eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Indice dei contenuti

Hey! A proposito … tutti i link in questa pagina che portano a prodotti fisici o digitali sono link di affiliazione e guadagno una commissione se effettui un acquisto, senza costi aggiuntivi per te. Grazie in anticipo per il tuo supporto!!

eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

eCommerce molte persone sognano l’imprenditorialità, ma prima di Internet, avviare effettivamente un’impresa era una prospettiva difficile. Ora, la creazione di un sito Web di ecommerce e la vendita di prodotti online è alla portata di chiunque abbia il tempo e il coraggio. 

Costruire un’attività di qualsiasi tipo è lavoro. Elaborare la tua idea di prodotto e cercare o creare i tuoi prodotti è un grande passo iniziale che dovrai affrontare. Ma il lavoro di creazione del sito Web stesso può potenzialmente essere svolto entro uno o due giorni. 

Anche se non hai mai creato un sito web prima, gli strumenti ora disponibili assicurano che chiunque possa creare facilmente un negozio online.

Alcuni esperti prevedono che l’ecommerce supererà i $ 2 trilioni di vendite nei prossimi anni: è il settore in più rapida crescita e uno dei settori di maggior valore.

Quando puoi fare acquisti online, effettuare il checkout senza problemi e poi avere comodamente il tuo paio di jeans preferito, un bel nuovo orologio o persino un computer personalizzato spedito direttamente a casa tua, potresti pensare che il processo non sia così complicato.

Se non hai mai avviato un negozio di ecommerce da zero, è impossibile capire quanto tempo e dettagliato sia il processo. Quando guardi un sito di ecommerce, non pensi mai al fatto che qualcuno ha dovuto creare contenuti e caricare individualmente ogni prodotto.

Prima di passare al come , diamo un’occhiata al perché .

Perché dovresti vendere prodotti su un sito web

Prima che qualcuno possa acquistare un prodotto da te, ha bisogno di un modo per scoprire il tuo marchio e i prodotti che stai vendendo. 

Se hai esitato a vendere prodotti online, ecco alcuni buoni motivi per creare un negozio online e perchè è una buona idea:

Le persone spendono soldi online.

Le persone negli Stati Uniti hanno speso $ 602 miliardi online nel 2019 . E questo prima che il Coronavirus cambiasse le abitudini di acquisto di tutti . Nel primo mese dopo l’inizio della pandemia, le vendite di ecommerce sono aumentate del 49% . 

Qualsiasi imprenditore che rimane offline perde la propria parte di quei profitti. Per gli acquisti nel mondo, invece, troviamo in vetta gli statunitensi con 1.600 euro l’anno, seguono Gran Bretagna e Svezia. In Italia gli acquirenti in rete, quasi 17 milioni, spendono in media mille euro a testa.

eCommerce di successo la Guida definitiva 2021
Fonte: WIRED.IT

Mentre alcuni acquirenti preferiscono ancora l’esperienza di acquistare vestiti in un negozio e torneranno con entusiasmo a farlo quando sarà sicuro, passata la pandemia, molti hanno scoperto quanto è conveniente saltare il viaggio e fare la spesa dallo schermo di un computer o da un dispositivo mobile. 

Lo shopping in linea offre comodità e sicurezza.

Anche nei momenti in cui andare in un negozio di persona è sicuro, quando sei stanco, occupato, malato o semplicemente ti senti un po ‘pigro, probabilmente non vuoi passare il tempo guidando da qualche parte e saltare da un negozio ad un’altro per gli articoli che desideri comprare. E, per molte persone che vivono con disabilità, un viaggio al negozio è un’impresa difficile. 

In confronto, navigare in un sito di eCommerce online ed effettuare selezioni è più facile, veloce e richiede molta meno energia. Le persone sono più propense a spendere i loro soldi quando non si ha voglia di uscire dalla comodità di casa per farlo.

Lo shopping online non è facile al 100%, ma è una percentuale abbastanza vicina al 100%. Quando vendi i tuoi prodotti tramite un sito di e-commerce, rimuovi molte delle barriere all’acquisto che esistono con un negozio fisico.

L’85% delle persone si rivolge a Google per scoprire prodotti e fare acquisti. 

eCommerce di successo la Guida definitiva 2021
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Senza un sito di ecommerce, i tuoi prodotti non hanno alcuna possibilità di apparire quando i potenziali clienti iniziano a cercare ciò che vendi online.

Ma quando ogni prodotto che vendi è elencato in una pagina del tuo sito di ecommerce, tutti verranno indicizzati da Google. Questo è il primo passo per visualizzare i tuoi prodotti nei risultati di ricerca.

Se desideri che le pagine dei prodotti vengano visualizzate nella prima pagina di Google, è necessario un investimento nelle migliori pratiche SEO . Ma prima ancora che tu possa iniziare a pensarci, hai bisogno di un sito di ecommerce per i tuoi prodotti.

La crescita del mobile significa che le persone possono acquistare da qualsiasi luogo.

Le tendenze degli acquisti da dispositivi mobili mostrano che oltre un quarto di tutti gli acquisti di ecommerce ora avviene su dispositivi mobili.

eCommerce di successo la Guida definitiva 2021
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Lo shopping mobile consente alle persone di effettuare acquisti nel momento esatto in cui decidono di volere qualcosa. Che siano sul divano a guardare la TV, a passeggiare nel parco o a rilassarsi in spiaggia, se pensano a qualcosa che vogliono, possono effettuare l’acquisto in quel momento.

Ciò crea più opportunità di vendita. Non corri il rischio che un potenziale cliente decida di volere un articolo che vendi, solo per dimenticarlo quando arriva a casa al computer. Questo fa bene ai tuoi clienti e fa bene ai tuoi profitti.

Aprire un E-Commerce: guida completa per creare un negozio online

Prima di costruire il tuo negozio di ecommerce

E’ luogo comune che per creare un ecommerce non serva granchè, che bastano dei link e il resto vien da sè, ma, seguimi in questa guida dettagliata e ti accorgerai di quanto lavoro possa esserci dietro ad una vetrina online.

Prima di iniziare il processo di creazione del tuo negozio di ecommerce, ci sono alcune cose fondamentali di cui hai bisogno. Per iniziare, hai bisogno di un nome di dominio e di un piano di hosting web . Senza questi, non c’è modo di avere effettivamente un sito web di ecommerce dal vivo.

Esistono dozzine di diversi fornitori e servizi che puoi utilizzare per avere un nome di dominio e un hosting e puoi acquistarli insieme o separatamente. Se è la prima volta che crei un sito web, la cosa più semplice è acquistarli insieme dallo stesso fornitore. Ciò riduce al minimo il numero di attività tecniche che è necessario completare e accelera il processo per rendere online il tuo sito.

Se stai cercando il modo più veloce e più adatto ai principianti per avere un nome di dominio e un hosting, considera di acquistarli entrambi su Siteground. 

Cosa ti serve per costruire un sito eCommerce

La creazione di un sito Web di e-commerce sarà leggermente diversa dalla creazione di un sito Web standard o dall’avvio di un blog.

Ecco una rapida carrellata di ciò che è necessario per creare un sito Web da zero per un negozio di e-commerce:

  • Un nome di dominio
  • Un provider di web hosting
  • Un processore di pagamento integrato
  • Una piattaforma o uno strumento per costruire il tuo negozio

Costruire un sito eCommerce in modo facile

La creazione di un sito Web di ecommerce è simile al processo di creazione di altri siti Web, tranne per il fatto che deve essere impostato per vendere prodotti fisici o digitali. Dovresti anticipare un po ‘più di lavoro per preparare il tuo sito web. 

Ecco il processo per scoprire il tuo mercato, scoprire cosa venderai e infine costruire il tuo negozio.

1. Ricerche di mercato e trovare la tua nicchia

Prima di iniziare la tua attività di ecommerce, hai bisogno di un prodotto fisico o digitale da vendere. Ma sicuramente non vuoi impegnarti nella costruzione di un negozio online solo per scoprire che nessuno vuole comprare quello che stai vendendo.

Per evitare questo destino, dedica del tempo in anticipo alla ricerca del mercato e dei prodotti giusti da vendere. Potresti già sapere esattamente cosa vuoi vendere. Ma se no, non preoccuparti, questo post ti guiderà attraverso il processo di conduzione di ricerche di mercato per una piccola impresa .

Idealmente, vuoi scoprire un bisogno urgente, un vuoto, nel mercato e riempirlo con il tuo prodotto.

Un modo per assicurarti di iniziare a vendere prodotti subito è allinearti ai prodotti che sono attualmente di tendenza. Entrando in una nicchia di tendenza al momento giusto, puoi cavalcare l’onda a breve e a lungo termine.

Tuttavia, non vuoi entrare in un mercato di tendenza quando è in declino. Invece, vuoi trovare un prodotto o una nicchia per prodotti che stanno crescendo in popolarità.

Esistono tantissimi strumenti diversi che puoi utilizzare per individuare i prodotti e le nicchie di tendenza, te ne indico alcuni dei più comuni.

  • Google Trends : questo strumento di Google ti consente di esaminare il passato e il futuro di determinate parole chiave dei prodotti. Utilizzando i dati forniti da questo strumento, sarai in grado di vedere se un mercato sta crescendo o diminuendo di popolarità.
  • TrendHunter : questo sito mostra molte nicchie e prodotti diversi che sono attualmente di tendenza in tutto il mondo. Inoltre, c’è un filtro che ti consente di ordinare per settori diversi.
  • Influencer di Instagram: se passi del tempo su Instagram, probabilmente segui alcuni influencer che promuovono regolarmente i prodotti. Le probabilità sono piuttosto alte che i prodotti che promuovono tendano a vendere bene e possano suggerire una nicchia praticabile.

Allineati con le tue Esperienze

Si spera che le risorse di cui sopra ti indirizzino verso una manciata di prodotti o potenziali nicchie da considerare. Per restringere ulteriormente l’elenco, fai un po ‘di autovalutazione. Troverai molto più facile mantenere lo slancio con il tuo negozio se ti interessa davvero quello che vendi.

Considera le seguenti domande per determinare se hai quello che serve per mantenerti nella nicchia:

  • Ti interessa il mercato che hai scelto?
  • Hai qualche conoscenza preesistente su cui puoi fare affidamento?
  • Riesci a vederti lavorare in questo spazio per 5 anni o più?
  • Ti importa delle persone che servi?

Esplora cosa vende attualmente

Dopo aver ristretto l’elenco di potenziali prodotti e nicchie a un gruppo, fai un ulteriore passo avanti e convalida le tue idee sul mercato. I modi più efficaci per farlo sono utilizzare il mercato dei prodotti Amazon e uno strumento di ricerca per parole chiave.

Per prima cosa, vai all’elenco dei bestseller di Amazon nella categoria di prodotti di tua scelta. Quindi, dedica un po ‘di tempo a esaminare i prodotti per vedere che tipo di cose che le persone stanno effettivamente acquistando. Cerca multipli di prodotto e analizza le recensioni per vedere se ci sono problemi evidenti con i prodotti esistenti.

Secondo, vai allo strumento Ubersuggest . Questo è uno strumento gratuito di ricerca di parole chiave che fornisce molti dati di parole chiave utilizzabili. Inserisci la tua parola chiave di destinazione e riceverai un elenco di parole chiave correlate e il loro volume di ricerca. Questo ti aiuterà a determinare la dimensione complessiva del mercato e forse anche a darti alcune idee sui prodotti che puoi vendere.

eCommerce di successo la Guida definitiva 2021
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Oppure puoi sempre controllare anche semrush,

eCommerce di successo la Guida definitiva 2021
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Questo strumento risulta particolarmente utile in quanto ti permette di effettuare ricerche anche per il mobile, ottimizzando così anche le keywords per chi effettua ricerche per gli acquisti solo da apparati mobile.

Come scegliere e acquistare un nome di dominio

La scelta e l’acquisto di un nome di dominio è una parte estremamente importante della progettazione del tuo sito web, perché questo diventa il nome (e il marchio) del tuo sito web. Per acquistare un nome di dominio, puoi farlo direttamente dal tuo provider di hosting web o tramite un servizio di nomi di dominio separato (un’opzione consigliata per coloro che utilizzano i propri server). 

Se stai utilizzando un servizio di nomi di dominio sep

arato per il tuo server, assicurati di sceglierne uno come no-IP. com, che ti assegna un indirizzo IP statico, l’indirizzo numerico che identifica il tuo computer. Se questo indirizzo cambia continuamente (come accade con alcuni provider di servizi Internet), non sarai in grado di assegnare correttamente un nome di dominio al tuo server. Uso personalmente Siteground, o Namecheap.com  perché mi piace l’indipendenza che questi servizi offrono.

Il processo di registrazione per un nome di dominio funziona allo stesso modo sia tramite un provider di hosting che tramite un servizio di nomi di dominio separato. 

Ti verrà chiesto di inserire il nome di dominio che desideri registrare in una casella di testo. Il servizio ti mostra le estensioni che puoi scegliere. In generale, vuoi sempre utilizzare .com perché questa è l’estensione del nome di dominio più popolare e più facile da ricordare per gli utenti. Inoltre, a Google, piacciono molto i domini .com, .org e .net, anche se afferma che non ha importanza. Piacciono perché .info e .biz possono essere spesso visti come siti di spam o siti affiliati.

I termini di quale nome di dominio utilizzare, è qui che entra in gioco l’ottimizzazione delle parole chiave. Non cadere nella tentazione, molti webmaster consigliano di utilizzare qualcosa di accattivante e creativo per il tuo URL. Potrebbe essere più facile da ricordare per i potenziali visitatori, soprattutto se utilizzi molto marketing offline, ma non consentirà al tuo sito di posizionarsi in alto nei motori di ricerca.

 In definitiva, ti consigliamo di utilizzare le parole chiave per creare un nome di dominio che sia memorabile e che possa essere classificato nei primi dieci risultati dei motori di ricerca.

Vai su GoDaddy.com/domains/searchbulk.aspx e inserisci le parole chiave a cui stai pensando e GoDaddy le formatterà e controllerà le varie estensioni e nomi. Verificherà automaticamente se sono registrati e rimuoverà quelli già occupati, lasciandoti con un elenco di domini ricchi di parole chiave disponibili per te!

Se viene utilizzato il nome di dominio desiderato, il servizio del nome di dominio consiglierà altre selezioni che potresti utilizzare. Questo può essere utile, poiché a volte offre suggerimenti che potrebbero essere classificati meglio della tua scelta originale. In generale, i migliori nomi di dominio sono brevi, non contengono trattini e offrono un eccellente riepilogo di una, due o tre parole dell’argomento del sito. 

Dopo aver selezionato il tuo nome di dominio, devi registrarlo. 

Tutti i registrar richiedono il nome dell’azienda o dell’individuo che possiede il dominio (il registrante), la persona autorizzata a gestire le questioni quotidiane (il contatto amministrativo) e la persona che si occupa di tutte le cose tecniche (il contatto tecnico). Chi possiede il nome utente e la password del registrar ha essenzialmente il controllo del dominio, nonostante il proprietario legale sia il registrante, quindi fai attenzione. 

Scegli una password complessa, in quanto ciò potrebbe proteggerti dall’hacking. Gli hacker potrebbero avere l’opportunità di cambiare la proprietà o i server associati al tuo account.

Qual è il miglior tipo di web hosting per i negozi online?

Per gestire un negozio online di successo, è necessario offrire un’esperienza cliente semplificata e intuitiva. Scegliendo il tipo sbagliato di host potresti finire per rallentare le prestazioni del tuo sito al punto in cui le persone finiscono per lasciarlo e, una volta lasciato perchè hanno avuto una pessima esperienza utente difficilmente si potrà recuperare .

Il tuo lavoro come proprietario di un negozio è rendere il più semplice possibile per le persone acquistare da te. La scelta dell’host influenzerà la velocità di caricamento, le prestazioni e il tempo di attività del tuo sito, il che contribuisce a una solida esperienza del cliente.

Di seguito esaminiamo come trovare il miglior tipo di web hosting per il tuo nuovo negozio online .

Hosting per l’Ecommerce 8 Aspetti da Considerare

Un pacchetto di hosting ecommerce di qualità è un pacchetto di caratteristiche speciali su misura per questo tipo di business. Queste potrebbero includere la crittografia SSL gratuita, aiutare a impostare gateway di pagamento, sicurezza extra, o il ridimensionamento durante i periodi di traffico elevato.

Ci sono diversi tipi di hosting che avete bisogno di conoscere e che determinano l’hardware e la configurazione del vostro server. Tradizionalmente, sono di tre tipi principali: condiviso, VPS e hosting dedicato.

L’hosting condiviso è il livello più basso, adatto a startup e persone che vogliono semplicemente essere presenti online. Di solito è molto economico, ma ciò avviene a costo di una velocità più lenta e di dover condividere lo spazio del server con diversi altri siti web. Questo tipo di hosting non è adatto per i siti di ecommerce a meno che non vi possiate permettere nient’altro.

VPS sta per “virtual private server“. Il vostro server condivide una macchina con altri siti web, ma le sue risorse sono isolate, eliminando molti dei problemi associati all’hosting condiviso. Quindi, l’hosting dedicato è il livello superiore, e vi permette di avere il vostro server privato, fisico. Naturalmente, non è un servizio a buon mercato. Entrambi questi tipi di hosting funzionano bene per l’ecommerce, ma c’è una soluzione migliore.

Il cloud hosting è una soluzione popolare a un problema comune dei siti di ecommerce: superare rapidamente le capacità del loro ambiente server. Il cloud hosting è completamente scalabile. È possibile aggiungere o rimuovere risorse in qualsiasi momento. Ed è molto conveniente anche per le startup!

Per i siti di ecommerce in crescita, il cloud è quasi certamente l’infrastruttura più desiderabile.

Abbiamo anche un altro livello da considerare per valutare i tipi di hosting: gestito vs. non gestito.

L’hosting non gestito è di solito più economico, ma c’è un grosso svantaggio. Dovete fare tutto il setup e la configurazione del server in autonomia, così come il mantenimento e la gestione continua della sicurezza. In pratica acquistate solo il diritto a un server vuoto.

Con l’hosting gestito, tutto è compreso. Installazione, configurazione, sicurezza, manutenzione, supporto e aggiornamenti. Un host per ecommerce gestito vi aiuterà a far funzionare il vostro negozio e ad assicurarvi che rimanga in piedi.

In breve, il cloud hosting è probabilmente la soluzione migliore per un sito web di ecommerce.

Ci sono alcune caratteristiche che ogni host di ecommerce dovrebbe avere. Quando cercate un host di ecommerce che sia adatto al vostro negozio online, cercate queste caratteristiche chiave.

  1. Alte Prestazioni
  2. Larghezza di Banda e Archiviazione dei File
  3. Auto-Scaling
  4. Supporto Proattivo
  5. Sicurezza Totale
  6. Integrazione WooCommerce
  7. Backup Automatici
  8. Ambiente Favorevole agli Sviluppatori

1. Alte Prestazioni

Come sito di ecommerce, la vostra prima priorità dovrebbe essere quella di trovare un host che sia veloce e affidabile. Il 57% dei consumatori lascerà il vostro sito se i tempi di caricamento sono più lunghi di 3 secondi, e 2.l’80% di essi non tornerà mai più. Questo è un grande potenziale perduto.

Il problema con l’hosting condiviso è che è lento e ha frequenti tempi di inattività, il che è inaccettabile per qualsiasi negozio online. Dovete anche fare attenzione a chi scegliete, in quanto alcuni host hanno infrastrutture inaffidabili che causano rallentamenti o crash.

Ogni società di web hosting pubblicizza se stessa come la migliore e più veloce in giro, per cui fare una ricerca è necessario.

Una CDN è irrinunciabile e idealmente è incluso nel piano di hosting. I CDN sono una rete di server distribuiti su una vasta area, a livello globale nel caso di quelli popolari come Cloudflare. Quando un utente lontano dal vostro server principale cerca di connettersi al vostro sito, verrà indirizzato verso un server CDN nelle vicinanze, rendendo i tempi di caricamento molto più veloci per tutti.

eCommerce di successo la Guida definitiva 2021
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Il vostro host di ecommerce dovrebbe anche includere il monitoraggio delle prestazioni e dei tempi di attività che avvisa immediatamente entrambi quando qualcosa va storto. Se un server va giù o tutto va a rilento, dovete essere in grado di agire immediatamente.

2. Larghezza di Banda e Archiviazione dei File

I siti di ecommerce occupano molto spazio nei file e sono anche il tipo di sito web che di solito attira più traffico. Avrete bisogno di un host che abbia risorse sufficienti per voi, a meno che non vogliate finire per pagare ingenti spese di eccedenza.

Le immagini sono una parte fondamentale della progettazione di qualsiasi sito e ne avrete bisogno quasi sempre, indipendentemente da ciò che state progettando. I siti di ecommerce, in particolare, tendono a consumare velocemente gli spazi di archiviazione. Ogni prodotto che caricate avrà bisogno di più immagini ad alta risoluzione, e quando il vostro negozio diventerà abbastanza grande, sarà facile chiedersi dove sia finito tutto il vostro spazio.

3. Auto-Scaling

A differenza di altri tipi di siti web, che crescono in modo costante e prevedibile nel tempo, il traffico di un negozio ecommerce può essere piuttosto variabile. Le feste spesso innescano un’intensa ondata di traffico, i clienti sbucano dal nulla e la crescita tende ad essere improvvisa ed esponenziale.

In un host di ecommerce gestito, dovreste cercare due tipi di scalabilità: l’auto-scaling, cioè il ridimensionamento automatico durante i periodi di alto traffico improvviso, e le risorse scalabili che crescono con voi.

L’auto-scaling è necessaria per i negozi online a causa delle impennate di traffico che si verificano durante i periodi festivi. Il vostro piano può essere adatto a voi durante tutto l’anno, ma quando inizia il periodo delle feste e gli acquirenti arrivano di corsa, le risorse si esauriscono.

Molti host si troveranno in difficoltà, causando lunghi tempi di inattività, o interromperanno il servizio e vi chiederanno di passare a un piano più alto, il tutto mentre voi perderete denaro durante il vostro periodo dell’anno di maggior traffico. Un host con auto-scaling incasserà il colpo, assegnando automaticamente le risorse al vostro sito prima che i tempi di inattività possano impattare, e chiederà un aggiornamento solo se il traffico è sostenuto o va ben oltre un limite accettabile.

Attenzione anche alle funzioni di load balancing, che distribuiscono il traffico in modo uniforme tra le risorse e prevengono i tempi di inattività dovuti a picchi di visitatori inaspettati. Sia il bilanciamento del carico che l’auto-scaling sono caratteristiche che l’infrastruttura del vostro host dovrebbe avere.

Vi servirà anche un host che non vi blocchi, uno che vi permetta di aggiungere CPU, RAM e altre risorse in qualsiasi momento, in base alle vostre esigenze. Il cloud hosting è la soluzione migliore per questo, in quanto è possibile aggiornare il vostro piano o richiedere più potenza ogni volta che desiderate, vedendola aggiunta all’istante.

Con VPS fisici o hosting dedicato, un aggiornamento richiede lo spostamento su un server diverso, o l’installazione manuale di hardware più potente, che può essere costoso. L’aggiornamento su cloud hosting è economico.

4. Supporto Proattivo

Problemi ed errori sono destinati a saltar fuori nel vostro nuovo sito. Se il vostro host non ha un buon team di supporto pronto ad aiutarvi quando lo contatterete, il vostro sito potrebbe rimanere chiuso per ore. Il supporto dovrebbe essere amichevole, disponibile, veloce e in grado di lavorare con voi in modo proattivo quando c’è un problema.

Dietro ogni team di supporto dovrebbe esserci un gruppo di sviluppatori esperti. Se l’infrastruttura e i server dell’host web sono costruiti bene e i tempi di inattività sono ridotti, è un buon segno che il loro team di sviluppo sarà in grado di assistervi anche per i problemi più inaspettati.

Contattate il supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7, poiché i problemi del server possono verificarsi in qualsiasi momento, anche nel cuore della notte. Se venite svegliati da un avviso secondo cui il vostro sito non funziona, dovrete risolvere il problema. Non volete perdere il traffico o, peggio, non avrete bisogno di svegliarvi alle ore più disparate solo per far riparare il vostro sito.

eCommerce di successo la Guida definitiva 2021
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

5. Sicurezza Totale

I siti di ecommerce sono spesso presi di mira dagli hacker , a causa dei dati sensibili che contengono: numeri di carte di credito, Paypal e password bancarie, e spesso i nomi e gli indirizzi completi degli utenti.

È molto redditizio hackerare un negozio online mal protetto – e le nuove startup spesso non sanno come mantenere al sicuro questi dati importanti – quindi è necessario proteggere il vostro sito web ora.

La sicurezza del vostro codice dipende da voi e dai vostri sviluppatori, ma molti hacker riescono ad accedere a causa della scarsa sicurezza di una qualche area del vostro web host. I difetti nel codice del server consentono agli attori malintenzionati di infiltrarsi facilmente nel vostro sito web, ottenendo l’accesso ai dati degli utenti, registrando le password mentre vengono inviate attraverso il server, o anche inserendo malware sul vostro sito web che prende di mira gli utenti.

Ecco perché è necessario scegliere un host che sappia cosa sta facendo. Se non hanno una politica contro l’hackeraggio, fate attenzione. Potrebbero avere una sicurezza molto scarsa, e se venite hackerati, probabilmente non faranno nulla per rimediare al danno.

eCommerce di successo la Guida definitiva 2021
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

I servizi di monitoraggio e scansione 24 ore su 24, 7 giorni su 7, dovrebbero essere un must del vostro host di ecommerce per identificare qualsiasi malware che si fa strada nel vostro sito.

Gli attacchi DDoS sono un problema comune anche per i siti di ecommerce. Questi attacchi, perpetrati da migliaia di computer contemporaneamente, possono abbattere un sito in breve tempo. Un buon host rileverà gli attacchi DDoS e li fermerà.

In qualità di proprietario di un negozio online, è richiesto un certificato SSL per criptare gli input sensibili degli utenti in entrata e in uscita. Senza di esso, gli aggressori possono vedere tutto ciò che passa dal vostro sito web al vostro server, come ad esempio i dati degli utenti inseriti nei moduli. Cercate un host che offra SSL gratuitamente.

6. Integrazione WooCommerce

Se state avviando il vostro negozio su WordPress, è probabile che stiate usando WooCommerce. Non tutti i web host funzionano bene con quel plugin in modo immediato. Potreste non incontrare problemi all’inizio, ma il vostro sito potrebbe non funzionare bene in quanto potrebbe mancare di funzionalità avanzate come il caching specifico di WooCommerce (e altro ancora).

eCommerce di successo la Guida definitiva 2021
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Con un CMS popolare come WordPress, i migliori host di ecommerce dovrebbero includere l’hosting WooCommerce.

Un altro aspetto trascurato che dovreste richiedere al vostro fornitore di hosting ecommerce è la conformità PCI. PCI è l’acronimo di “payment card industry” ed è un insieme di standard di sicurezza per evitare la fuga di dati degli utenti a causa della scarsa sicurezza del sito web. Ogni sito web che accetta i dati delle carte di credito deve essere conforme ai requisiti PCI.

È impossibile per un host garantire la conformità PCI, poiché rimane necessario fare molto lavoro in autonomia per rendere sicuro il vostro sito. Ma è certamente possibile per l’hosting semplificare il processo, offrendovi certificati SSL, proteggendo i loro server con un firewall e utilizzando una forte infrastruttura di server.

L’esecuzione di un audit PCI dipende da voi, ma un buon host di ecommerce lavorerà con voi per aiutare a rendere il vostro sito sicuro e fare tutte le modifiche necessarie per rendere il vostro sito web conforme ai requisiti PCI.

7. Backup Automatici

Non potremmo mai sottolineare abbastanza quanto siano importanti i backup per i siti di ecommerce. I backup automatici dei dati sono un must assoluto. Giornalieri, settimanali, o anche orari, in alcuni casi: è necessario un solido sistema di backup per proteggere i vostri archivi e i vostri file di database cruciali.

Soprattutto se lavorate in WordPress, dove è facile cambiare accidentalmente le impostazioni sensibili, potreste commettere un errore che comporta la perdita del sito o la corruzione del database.

Se non disponete di un backup recente, perderete tempo e fatica nel tentativo di riportare tutto alla normalità. Potreste anche finire per perdere tutto. Ecco perché vi serve un host con backup integrato, in modo da poter gestire la vostra attività in tutta tranquillità.

La sicurezza dei dati in generale dovrebbe essere una delle principali preoccupazioni del vostro host. Una buona infrastruttura, backup automatici e un monitoraggio costante eviteranno il disastro e manterranno il vostro sito al sicuro.

8. Ambiente Favorevole agli Sviluppatori

Se siete sviluppatori e volete immergervi nelle opzioni di hosting avanzate, può essere difficile trovare un host che vi supporti. Gli host web, comprensibilmente, non vogliono che gli utenti con poca esperienza armeggino con i file critici facendo crollare tutto il loro sito web.

Ma quando è necessario modificare i file di WordPress, impostare strumenti come WP-CLI o Git, o anche solo aggiornare la versione PHP, molti host ve lo trasformeranno in un incubo assoluto.

Creare ambienti di staging, clonare il vostro sito, usare WP-CLI, impostare Gitaccedere a SSH… qualsiasi cosa voi abbiate bisogno di fare.

Troppi siti web nuovi sono vittime di un problema comune: velocità di caricamento lenta, scarsa sicurezza e mancanza di supporto a causa di un cattivo host web. Iniziare con un banale host condiviso potrebbe sembrare economico, ma non compensa l’impatto sui profitti.

Quando cercate un fornitore di hosting ecommerce dovreste sceglierne uno che è pronto a scalare in base alle vostre esigenze aziendali e offre una qualità di prim’ordine così come piani a prezzi accessibili.

L’hosting gestito, anche se all’inizio potrebbe sembrare una soluzione più costosa, fornisce un sacco di strumenti e di specifiche che rendono la vita più facile curando tutti gli aspetti critici al posto vostro.

Per quanto riguarda il lato economico, è un investimento che vale la pena di fare se fate sul serio con il vostro negozio online

Scegliere la tua piattaforma di e-commerce

Quando arriverà il momento di scegliere la piattaforma per il tuo negozio di e-commerce, avrai a disposizione molte opzioni diverse. 

WordPress / WooCommerce

WordPress è il sistema di gestione dei contenuti (CMS) più popolare al mondo e per una buona ragione. È relativamente facile da usare (anche se richiede ancora una curva di apprendimento per i principianti), ma è potente e versatile grazie alla vasta libreria di plugin disponibili. Per creare un sito Web di e-commerce su WordPress, dovrai scegliere un plug-in di e-commerce per fornire la funzionalità corretta.

Tieni conto che alcuni Temi per WordPress integrano al loro interno già il plugin WooCommerce questo è il caso del tema Neve puoi dargli un’occhiata qui.

L’opzione più popolare è WooCommerce, che è gratuito e alimentato dal team che possiede WordPress. Ciò significa che non dovrai mai preoccuparti dei problemi di compatibilità e puoi contare sull’accesso a molti temi e componenti aggiuntivi compatibili. WooCommerce ti guiderà attraverso il processo di configurazione del tuo negozio online, quindi si tratta principalmente di seguire i passaggi della procedura guidata di configurazione del plug-in.

crea esattamente il sito di e-commerce che desideri con woocommerce
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Magento

Magento è un altro CMS eCommerce popolare, ma che richiede più abilità e conoscenze. Il compromesso è che può essere più potente e offrirti più opzioni per la personalizzazione e la creazione di funzionalità all’interno del tuo negozio di e-commerce. Ma a meno che tu non sia uno sviluppatore abbastanza esperto o desideri assumere qualcuno che lo sia, ci vorrà molto più lavoro per imparare e utilizzare. 

Costruttori di siti web

Per molti nuovi proprietari di e-commerce, l’opzione di gran lunga più semplice è utilizzare un costruttore di siti Web che includa opzioni di e-commerce. La maggior parte dei costruttori di siti Web è progettata pensando ai principianti, quindi chiunque dovrebbe essere in grado di creare un sito Web in modo rapido e semplice.

Scegli gli elementi da includere nel tuo sito eCommerce

Prima di iniziare a costruire, prenditi del tempo per considerare quali funzionalità desideri che il tuo sito web abbia e come organizzarlo al meglio.

Organizza il tuo sito e-commerce in base a come le persone fanno acquisti.

Uno dei primi passi per organizzare un sito di e-commerce è capire quali pagine e categorie includere. Ovviamente vorrai una home page e pagine per ciascuno dei tuoi diversi prodotti. Ma come organizzerai tutte quelle pagine dei prodotti in modo che le persone possano trovare quello che stanno cercando?

Pensa a come è probabile che i tuoi potenziali clienti facciano acquisti, navighino e  costruiscano l’architettura del sito che ha più senso in base a questo.

Ad esempio, se vendi cibo e forniture per animali domestici, potresti organizzare il tuo sito Web in base al tipo di animale domestico dei tuoi visitatori (cane, gatto, pesce, topo, ecc.) Con sottocategorie sotto ciascuna per i tipi di prodotto (giocattoli, dolcetti, cibo , eccetera.). 

Chiunque visiti il ​​sito può capire abbastanza rapidamente come restringere la ricerca in base alle proprie esigenze particolari. E visitando una pagina che raggruppa molti prodotti simili, possono sfogliare tutti i dolcetti per cani o giocattoli per gatti disponibili e scegliere quello che desiderano di più.

Molti dei tuoi visitatori si accontenteranno di navigare nel sito per trovare gli articoli che gli piacciono, ma alcuni sapranno esattamente cosa stanno cercando. Una barra di ricerca offre loro un modo per arrivare direttamente alla pagina di cui hanno bisogno ed è, quindi, una di quelle  funzionalità che ogni sito di e-commerce dovrebbe avere .

Ci vogliono solo pochi secondi perché qualcuno decida se gli piace o meno un sito web. Non importa quali contenuti fantastici o oggetti irresistibili nasconde il tuo negozio online, se tutto ciò che un sito web dovrebbe avere non è visibile o è inesistente sulla tua home page, perderai potenziali acquirenti.

Bastano pochi secondi per creare o distruggere il tuo sito di e-commerce. Quindi attirare l’attenzione del pubblico di destinazione nel momento in cui mettono gli occhi sul tuo sito è essenziale per il successo . Ma come puoi essere certo che il tuo sito sia completo di tutte le più recenti tecniche di marketing e funzionalità chiave del sito web che i clienti si aspettano di vedere nel momento in cui aprono il tuo sito? 

Carrello, barra di ricerca e accesso cliente

Questi tre aspetti sono le caratteristiche essenziali in assoluto di qualsiasi negozio di e-commerce e sono sempre elencati insieme nella parte superiore del sito web. La piccola icona del carrello della spesa che vedi su ogni pagina aziendale è una necessità in quanto è quasi impossibile possedere un negozio online senza fornire ai visitatori un modo per salvare e controllare gli articoli.

Se disponi di una vasta gamma di prodotti, una casella di ricerca è un must in quanto aiuterà i clienti a trovare esattamente ciò che stanno cercando rapidamente. Inoltre, spingere i tuoi visitatori a creare un account per il tuo sito è un modo brillante per farli tornare.  Non solo possono rivedere i loro ordini precedenti e attuali, ma possono creare una lista dei desideri e puoi offrire offerte speciali a coloro che si registrano, riscattabili sui loro prossimi acquisti.

Invito all’azione persuasivo

Questi piccoli dettagli di marketing in realtà hanno un impatto importante sulla chiusura o meno di una vendita. Il solo fatto di fare un invito all’azione è una cosa, creare un invito all’azione su cui i clienti agiscono effettivamente è tutto un altro gioco.

Senza un invito all’azione chiaro ed efficace , i clienti non saranno sicuri di ciò che devono fare o diranno semplicemente “Eh, forse più tardi”. Inizia concentrandoti su ciò che desideri ottenere, sia che vuoi che si iscrivano a una mailing list o che acquistino un prodotto specifico. Aggiungi un accenno di urgenza inserendo una data di scadenza in un’offerta o convincili con un regalo gratuito per portare a termine l’azione.

Definisci la tua azione target

Prima di poter creare un invito all’azione, devi prima determinare quale tipo di azione vuoi che le persone intraprendano dopo aver letto ogni pagina del tuo sito web. Come regola generale, è meglio non avere più di un invito all’azione principale su ogni pagina del tuo sito.

Considera il seguente esempio di azioni target e combinazioni di invito all’azione:

  • Chiedere a un lettore di post di blog di condividere l’articolo su un profilo social – “Se questo post ti è piaciuto, prenditi un secondo per condividerlo con i tuoi amici su Facebook”.
  • Incoraggiare i visitatori a iscriversi a una newsletter via e-mail di web design: “Iscriviti ora per ricevere suggerimenti gratuiti sulla creazione di design di siti web all’avanguardia”.
  • Spingere i clienti ad acquistare prodotti per la perdita di peso: “Inizia oggi la tua nuova vita facendo clic sul pulsante” Acquista ora “in basso”.

Poiché il tuo invito all’azione deve essere adattato all’azione target individuale che supporta, dovrai avere questi risultati desiderati identificati prima di passare alla fase successiva.

Utilizza le tecniche di copywriting per scrivere i tuoi inviti all’azione

Una volta definite le azioni target, puoi iniziare a scrivere i tuoi inviti all’azione. Ma tieni presente che un linguaggio semplice non lo convincerà del tutto! I tuoi inviti all’azione dovrebbero trarre vantaggio dalle più diffuse tecniche di copywriting per spingere il maggior numero possibile di utenti all’azione.

Alcune delle regole che vorrai tenere a mente includono:

  • Rendi ovvia la tua “domanda”. Sii diretto riguardo alle azioni che vuoi che gli utenti intraprendano: proteggersi e girare intorno ai risultati confonde i lettori e impedisce loro di fare ciò che speri che facciano.
  • Usa parole potenti. Le parole “libero” e “all’avanguardia” sono progettate per provocare emozioni. L’uso di questi tipi di parole potenti ispira sentimenti ed emozioni nei tuoi lettori, entrambi i quali possono portare a un’azione finale.
  • Sii breve. Gli inviti all’azione devono essere chiari e concisi, quindi evita di usare più parole di quelle veramente necessarie per farti capire.

Non stressarti troppo in questo passaggio. Esistono centinaia di diverse tecniche di copywriting: padroneggiarle tutte è praticamente impossibile senza anni di studio.

Inserisci i tuoi inviti all’azione in modo appropriato sul tuo sito

Scrivere bene i tuoi inviti all’azione è importante, ma lo è anche il luogo in cui inserisci queste frasi chiave sul tuo sito!

Ad esempio, se crei un invito all’azione che incoraggia i visitatori del sito web a iscriversi alla tua newsletter, ma poi inserisci la dichiarazione nel footer della tua home page, corri il rischio che la maggior parte delle persone perda del tutto il tuo prompt. E davvero, il tuo invito all’azione non può essere efficace se nessuno lo vede.

Quindi, una volta scritti i tuoi inviti all’azione, assicurati di inserirli nei punti più appropriati del tuo sito. Le richieste di condividere i post del tuo blog sui social network possono avere più senso alla fine di ogni pagina del post del blog sul tuo sito, ma la maggior parte degli inviti all’azione deve essere in primo piano per poter essere attuata.

Prova i tuoi inviti all’azione per ottenere i migliori risultati

Non lasciare al caso la formulazione o il posizionamento dei tuoi inviti all’azione. Sebbene tu possa scrivere parole che suonano persuasive per le tue orecchie o posizionare i tuoi suggerimenti in un modo che ritieni genererà il massimo ritorno, non puoi davvero essere sicuro di utilizzare questo strumento motivazionale correttamente senza dati di cui eseguire il backup a sostegno delle tue ipotesi.

Il modo migliore per determinare se i tuoi inviti all’azione sono i più coinvolgenti possibile è utilizzare il protocollo di split test A / B per confrontare diversi inviti all’azione l’uno contro l’altro. Verifica la formulazione esatta che utilizzi, verifica il posizionamento specifico utilizzato sul tuo sito: prova tutto ciò che pensi che potrebbe rendere le tue frasi ancora più allettanti per i visitatori del sito. Certo, è un lavoro extra, ma la differenza nei tassi di conversione del sito Web causata anche dalle più piccole modifiche alla call to action può essere straordinaria!

Il logo della tua attività

Un logo è un simbolo del tuo marchio e di ciò che rappresenti. È l’immagine visiva a cui tutti assoceranno la tua attività; è la prima impressione, il “volto dell’azienda” e, in definitiva, uno strumento di marketing fondamentale.

Il design, che sia semplice, complesso o solo un carattere specifico che usi sempre per scrivere il nome della tua attività, non è la parte più importante. Ciò che conta è stabilire il logo della tua attività e renderlo visibile. Un logo non solo attira un cliente verso il tuo marchio, ma rassicura i clienti sul fatto che la tua azienda è affidabile.   

Il primo passo per avviare un’attività di e-commerce è elaborare i dettagli di base del tuo marchio. Molte delle decisioni che prenderai durante la creazione del tuo sito eCommerce dipenderanno dalle scelte che farai durante questa fase, quindi fai prima questa parte. 

Chiarire il tuo marchio include:

Selezione dei tuoi prodotti

Cosa venderai sul tuo sito eCommerce WordPress? Saranno oggetti che realizzi a mano o prodotti che acquisti all’ingrosso e rivendi attraverso il sito web? Scopri cosa vuoi vendere e come otterrai l’inventario che diventerà la base del tuo sito web. 

Quando scegli i tuoi prodotti, assicurati che ci sia una linea completa in tutto ciò che selezioni. La vendita di magliette per skateboarder insieme a giocattoli di dinosauri per bambini sarebbe un mix strano. Scegli l’inventario che abbia senso raggruppare sotto un unico marchio. Amazon può cavarsela vendendo una grande varietà di prodotti ora, ma anche loro hanno iniziato concentrandosi sui libri e sono cresciuti nel tempo. 

Sviluppare la tua proposta di valore unica (UVP)

Il tuo UVP è ciò che ti distingue dagli altri marchi nello spazio. È una breve dichiarazione che racchiude ciò che offri ai clienti e perché dovrebbero scegliere te rispetto a opzioni simili. Un buon UVP è la base su cui costruirai il resto del tuo sito web e del marketing. 

Offerte, offerte speciali e materiale gratuito

Cosa guadagna l’interesse di qualcuno più velocemente di qualsiasi schema di marketing là fuori? Risparmiare soldi! Le persone adorano le offerte e il successo del tuo sito aumenterà se tutte le tue ultime offerte, offerte e omaggi sono elencati direttamente nella tua home page.

La creazione di vendite incoraggerà le persone a comprare di più perché risparmiano di più. Le offerte limitate danno ai clienti la spinta ora o mai più a completare gli acquisti mentre sono già sul tuo sito invece di salvarli per ripassare in un secondo momento.

Cosa c’è di meglio del risparmio? Spedizione gratuita! È più probabile che le persone non evadano un ordine in base a quanto ammontano le spese di spedizione, quindi tagliando i costi di spedizione dopo aver speso un determinato importo o addirittura tutti insieme alla fine aumenterai le tue vendite. Assicurati di pubblicizzare questi grandi risparmi in modo accattivante.

Novità sui prodotti

Stai presentando in anteprima un nuovo, eccitante oggetto? Forse hai un best seller che vorresti evidenziare? O forse un evento imminente? I clienti vogliono conoscere le ultime notizie e le tendenze più in voga. Quale posto migliore per visualizzare queste cose se non la tua home page?

Attirare l’attenzione su questi dettagli all’inizio piuttosto che costringere i clienti a cercare ore per trovarli non solo aumenta la loro soddisfazione, ma ti consente di massimizzare la tua percentuale di successo.

Includi recensioni.

Oltre la metà degli acquirenti online regolari  afferma di leggere le recensioni quasi ogni volta che fanno acquisti online. Guardare le recensioni dei clienti è diventata una parte normale del processo di acquisto: includendo una funzione di recensione sul tuo sito web, dai ai tuoi clienti un modo per sentirsi direttamente chiamati in causa, il che è più potente di quello che puoi dire loro.

Abilitare le recensioni di terze parti mostra ai tuoi clienti che sei sicuro che i tuoi prodotti possano resistere al feedback onesto dei clienti. E se le recensioni sono positive (cosa che dovrebbero esserlo se i tuoi prodotti sono solidi), aumenteranno le tue vendite.

Come ulteriore vantaggio, le recensioni possono aiutarti a ottenere un feedback prezioso sui prodotti che offri e sull’esperienza di servizio dei tuoi clienti. Potresti essere in grado di raccogliere alcuni suggerimenti che ti aiutano a migliorare i risultati della tua attività di e-commerce nel tempo.

Avere un carrello della spesa.

Il tuo cliente ideale non vedrà un articolo che gli piace e passerà direttamente al processo di acquisto. Passeranno un po ‘di tempo a navigare e scegliere diversi elementi che desiderano.

Un carrello della spesa è un’altra caratteristica standard dei negozi di e-commerce perché consente ai visitatori di salvare gli articoli che desiderano acquistare mentre continuano a navigare, quindi eseguire il processo di acquisto una volta per tutti.

E per i visitatori che aggiungono articoli a un carrello della spesa ma non acquistano subito, puoi far seguire  un’email di promemoria per aiutarli a spingerli di nuovo sul sito verso un acquisto.

Includi funzionalità lista dei desideri.

L’inclusione della funzionalità della lista dei desideri realizza alcune cose diverse:

  • Offre alle persone un posto facile dove indirizzare amici e parenti in vista di un evento di donazione, una situazione per cui le persone fanno regolarmente acquisti.
  • Per le persone che preferiscono fare ricerche prima di acquistare un prodotto, offre loro la possibilità di salvare gli articoli che desiderano per un possibile acquisto futuro.
  • Chiunque eviti gli acquisti d’impulso per motivi di budget, può contrassegnare ora le cose per cui desidera tornare in seguito.

Dare alle persone un modo per utilizzare il tuo sito web per creare un elenco di articoli che desiderano crea alcune opportunità in cui è più probabile che quegli articoli diventino vendite future.

Informazioni di contatto

È un dato di fatto che gli acquirenti devono essere in grado di comunicare con i venditori in caso di problemi, domande o dubbi. Fornire loro un team di supporto è un ottimo modo non solo per ottimizzare le capacità del servizio clienti, ma anche per assicurarti di soddisfare tutte le esigenze dei tuoi clienti.

Nel complesso, stabilire una hotline 24 ore su 24 o una chat online e renderli visibili entrambi sulla tua home page è di grande valore per il tuo sito di e-commerce. 

7. Collegamenti e icone importanti

La parte inferiore dello schermo su qualsiasi sito Web contiene collegamenti e icone più piccoli che forniscono ulteriori strumenti e informazioni per l’accesso ai visitatori. Tra questi ci sono icone di sicurezza, icone del sistema di pagamento e collegamenti ai social media.

La pubblicazione di icone per tutte le soluzioni di rete utilizzate per proteggere il tuo sito, come McAfee o Geo-Trust, rassicurerà i clienti che qualsiasi transazione che completano sul tuo sito è sicura. Un’altra cosa su cui i clienti cercano informazioni è quali metodi di pagamento accetta il tuo sito, quindi anche le icone per PayPal, MasterCard, Visa e qualsiasi altro sistema di pagamento sul tuo sito richiederanno un elenco.

Naturalmente, tutti si impegnano in attività sui social media ed è una delle principali tecniche di marketing di oggi. Fornisci anche collegamenti alle tue pagine dei social media in modo che le persone possano condividere la tua pagina, i tuoi prodotti e i tuoi contenuti.

Costruire il tuo sito eCommerce

I dettagli dettagliati della creazione del tuo sito di e-commerce varieranno in base alla piattaforma scelta. Ma in ogni caso, la creazione di pagine di prodotto che evidenziano efficacemente gli articoli che vendi è la parte più importante. 

Creazione di un sito Web di e-commerce in WordPress

Se scegli di utilizzare WordPress per creare il tuo sito di e-commerce, hai a disposizione molti temi e plug-in di e-commerce diversi tra cui scegliere. WooCommerce è l’opzione più popolare e offre una procedura guidata di configurazione che ti guida attraverso ogni fase del processo. 

woocommerce wizard store setup
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

La procedura guidata di configurazione include un passaggio per l’aggiunta delle informazioni sul prodotto,fornisce tutti i campi principali che desideri compilare.

aggiungi nuovo prodotto con woocommerce
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

In entrambi i casi, la funzionalità eCommerce degli strumenti ti aiuterà a mantenere aggiornato il tuo sito web con l’inventario dei tuoi prodotti. E forniscono un processo di pagamento intuitivo e sicuro per i tuoi clienti.

Scegli il tuo tema eCommerce WordPress.

I temi WordPress sono il modello di progettazione di base su cui crei un sito WordPress. E poiché WordPress è un CMS così popolare, hai migliaia di opzioni di temi di eCommerce tra cui scegliere. Alcuni sono gratuiti e altri hanno un costo. 

Quando esamini i temi per il tuo sito web, assicurati di trovarne uno compatibile con il plug-in eCommerce di WordPress che hai scelto, reattivo e adatto al sito web che hai in mente. Se lavori con un grafico per creare il tuo sito web, probabilmente avranno temi preferiti da consigliare.

Dove trovare i temi di e-commerce di WordPress

Il posto più semplice per trovare temi WordPress è all’interno di WordPress. Fai clic su Aspetto nel menu sul lato sinistro dello schermo, quindi su Temi sotto di esso. Puoi cercare “eCommerce” per limitare le tue opzioni ai temi creati per i negozi di eCommerce. 

trova temi di e-commerce di wordpress
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Se desideri utilizzare un tema WordPress gratuito per l’eCommerce per il tuo sito Web, è imperativo che tu scelga un tema dalla libreria di WordPress. Tutti questi sono stati controllati per garantire che siano legittimi e sicuri. La scelta di un’altra opzione gratuita potrebbe mettere il tuo sito web a rischio di essere violato. 

Oltre ai molti temi disponibili nella libreria di WordPress, numerose aziende offrono temi premium. Alcuni dei posti migliori per trovare temi di e-commerce WordPress premium sono:

I migliori temi WordPress gratuiti per l’eCommerce

Se desideri saltare la navigazione, ecco alcune opzioni popolari da considerare.

Astra

Il tema Astra ha una valutazione a 5 stelle perfetta, con oltre 2.000 voti da parte degli utenti. È compatibile con WooCommerce e viene pubblicizzato come il “tema in più rapida crescita di tutti i tempi”.

tema wordpress astra per l'e-commerce
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

OceanWP

OceanWP è gratuito, ha una valutazione a 5 stelle perfetta da quasi 2500 utenti e fornisce compatibilità con WooCommerce. 

tema ecommerce wordpress oceanwp
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Rife

Il tema gratuito Rife offre 7 layout demo tra cui scegliere. Funziona con WooCommerce e ha una valutazione a 5 stelle preferita da oltre 70 utenti.

tema di e-commerce diffuso wordpress
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

I migliori temi WordPress per l’eCommerce (Premium)

WooCommerce + Thrive Theme Builder

Ora Puoi Creare Il Tuo Negozio Di E-Commerce Con La Potenza Visiva E Di Modifica Dei Temi Thrive,Costruire e personalizzare il tuo negozio WooCommerce non è mai stato così VELOCE, FACILE E DIVERTENTE (Perché se non è divertente, non si farà … )

Thrive Theme Builder rende la configurazione degli elementi principali del tuo sito Web WordPress estremamente veloce con la sua procedura guidata di configurazione del sito unica nel suo genere.

Una volta che il plug-in WooCommerce è installato e attivato sul tuo sito, l’installazione guidata semplifica il download e l’attivazione dei modelli di pagina WooCommerce principali: un clic .

L’integrazione di WooCommerce ti offre modelli per il tuo:

  • Pagina Del Negozio (Home Page Del Tuo Negozio)
  • Pagina Del Carrello
  • Pagina Di Pagamento
  • Pagina Dell’account
  • Pagine Dei Prodotti

Tutto quello che devi fare è apportare alcune modifiche al design a ciascuno di questi modelli di pagina per renderli tuoi. 

eCommerce di successo la Guida definitiva 2021
Thrive Theme Builder

PAGINA WOOCOMMERCE PRO-PROGETTATA  E SEZIONE MODELLI

Personalizzare ciascuno dei tuoi modelli di pagina WooCommerce è facile perché ottieni così tanti modelli di sezione predefiniti da scambiare con il clic di un pulsante.

I modelli di sezione sono suddivisi in 4 diverse aree:

  • Superiore
  • Parte Inferiore
  • Sidebar
  • Soddisfare

L’integrazione con WooCommerce di Thrive Theme Builder ti offre anche modelli progettati professionalmente per ciascuna delle tue pagine predefinite, inclusi 9 modelli di pagina del negozio  e  5 modelli di pagina del prodotto .

eCommerce di successo la Guida definitiva 2021
Thrive Theme Builder

9 DIVERSI MODELLI DI PAGINE DEL NEGOZIO TRA  CUI SCEGLIERE

Il tuo negozio è la pagina più importante del tuo negozio WooCommerce. Ecco perché il nostro talentuoso team di designer ha creato 9 splendidi modelli di modelli di pagine del negozio da provare per le dimensioni.

Ottenere un negozio WooCommerce bello e incentrato sulla conversione lanciato velocemente non è mai stato così  semplice .

eCommerce

eCommerce è un tema WordPress bello, moderno e di livello professionale, ideale per i siti di e-commerce. I fantastici layout ti aiuteranno a iniziare a fare più vendite immediatamente, mentre le funzionalità avanzate come la lista dei desideri e le opzioni di visualizzazione rapida ti daranno ancora più modi per confezionare i tuoi prodotti e soddisfare i tuoi clienti.

eCommerce
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Il tema è stato sviluppato con un layout incentrato sui contenuti in modo da poter migliorare le vendite e il fatturato per il tuo negozio online.

Ti offrirà un layout della home page altamente incentrato sui contenuti che si vede solo con negozi web autorevoli come eBay e Amazon.

Pagina del negozio: questa è la prima pagina visitata da tutti coloro che cercano prodotti. La home page mostrerà sicuramente gli articoli selezionati, ma la pagina del negozio può essere più utile per sfogliare tutte le categorie del negozio e gli ultimi prodotti. 

La pagina del negozio mostrerà i prodotti con dimensioni della griglia personalizzate e opzioni di ordinamento. 

La pagina delle impostazioni di WooCommerce ti consente di configurare la pagina del negozio con il numero di articoli, l’effetto al passaggio del mouse personalizzato e il layout di pagina unico. La barra laterale può visualizzare opzioni di filtro, categorie, banner, prodotti in primo piano o qualsiasi cosa tu selezioni per la barra laterale della pagina del negozio.

Pagina negozio - eCommerce MyThemeShop
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Puoi anche utilizzare l’impaginazione Ajax, l’elenco di ordinamento e altre opzioni per velocizzare l’attività di ricerca del prodotto. Altre caratteristiche sono l’opzione di ricerca Ajax, la griglia reattiva e le etichette visualizzate sui prodotti. Puoi aggiungere prodotti con etichette personalizzate come “In saldo, Nuovo”, che attirerebbero l’attenzione dei visitatori. L’effetto al passaggio del mouse mostrerà le icone per il carrello, la lista dei desideri, la visualizzazione rapida e la visualizzazione completa.

Prodotto singolo: ogni articolo del prodotto ti mostrerà la casella della galleria di immagini, con pulsanti in grassetto come Aggiungi al carrello, Salva, Confronta ecc. Mentre scorri verso il basso nella pagina, vedrai la casella dei dettagli con la descrizione e le schede di recensione. Ogni post del prodotto ha elementi inferiori opzionali che mostrano i prodotti correlati e i prodotti in primo piano con il dispositivo di scorrimento del carosello.

Una volta che l’utente arriva alla pagina del prodotto, può visualizzare le foto del prodotto, confrontarlo con altri articoli, controllare le recensioni e fare molto altro. Il pulsante “Lista dei desideri” (Icona del cuore) si trova ovunque in modo da poter aggiungere qualsiasi elemento alla lista dei desideri (per utenti registrati) e visualizzarli tutti in un secondo momento in qualsiasi momento. Queste funzionalità possono aumentare la velocità di acquisto e aiutano anche l’utente a trovare il prodotto giusto per il budget prefissato.

Pagina del prodotto - Tema eCommerce
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

ALTRI VANTAGGI: TEMA WORDPRESS ECOMMERCE

6 Layout di intestazione: la pagina dello stile di intestazione offre più opzioni in modo da poter scegliere qualsiasi stile che sembri perfetto per il tuo negozio di e-commerce. L’intestazione include principalmente la navigazione primaria e secondaria in modo da poterle abilitare manualmente secondo necessità. L’opzione di menu mobile può mostrare il menu principale tutto il tempo nella parte superiore della pagina.

Puoi mostrare il logo personalizzato e utilizzare qualsiasi stile di sfondo per l’intestazione. Altri elementi dell’intestazione includono la casella di ricerca, il collegamento alla lista dei desideri, il collegamento al carrello ecc. Tutti i layout includeranno opzioni per inserire tutti questi elementi, ma in uno stile diverso.

ShopIsle PRO

ShopIsle PRO è stato introdotto da ThemeIsle per aiutare a costruire un negozio eCommerce

10 Sezioni della prima pagina : la prima sezione che cattura l’attenzione dell’utente è il cursore home. L’immagine in primo piano trasparente a tutta larghezza riempie tutto lo spazio per il cursore inclusa l’intestazione. Questa sezione del cursore può funzionare per mostrare i tuoi migliori articoli, offerte, nuovi arrivi e post di notizie. Lo stile del cursore parallasse e la presentazione a rotazione automatica creano una piacevole esperienza di presentazione dei contenuti.

Sezioni di ShopIsle FrontPage
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Anche le sezioni della home sono flessibili e opzionali, quindi l’utente amministratore del sito Web può gestirle comunque con pochi clic. Puoi abilitare le sezioni home dal personalizzatore per visualizzare le categorie in primo piano, gli ultimi post, il carosello di prodotti, i video in primo piano, l’invito all’azione, la mappa di Google e altri dettagli. Il tipo di homepage che puoi creare dipende dallo scopo. ShopIsle Pro offre flessibilità per utilizzare stili di colore personalizzati per le sezioni della casa.

Pagina di elenco del negozio: l utente può vedere l’elenco di tutti i prodotti dalla pagina del negozio o dalle pagine di archivio delle categorie. Queste pagine forniscono filtri avanzati e opzioni di ordinamento in modo che i visitatori possano trovare facilmente i prodotti. Puoi scegliere il budget dal selettore di prezzi e gli articoli in base al prezzo più basso, alla popolarità e ad altre opzioni. La barra laterale personalizzata può mostrarti il ​​filtro dei prezzi, le categorie di prodotti, i prodotti più recenti o qualsiasi cosa aggiungi per la barra laterale della pagina del negozio.

Pagina del negozio ShopIsle - Tema WooCommerce
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Vista rapida: il tema WordPress di ShopIsle è stato sviluppato con questa funzione per accelerare il processo di navigazione del prodotto. Ci vuole tempo per aprire ogni prodotto a pagina intera, soprattutto quando si desidera controllare molti articoli. Tuttavia, questa funzionalità di visualizzazione rapida consente di risparmiare enorme tempo necessario per controllare molti articoli.

Nota: in ogni caso, prima di scegliere il tema finale, consigliamo vivamente di eseguire i seguenti 3 test:

1. Prova le demo dei temi utilizzando Google PageSpeed ​​Insights

Risultato di Google Page Speed
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Dopo aver scelto un design adatto al tuo negozio, assicurati di testare utilizzando Google PageSpeed ​​Insights poiché è così che Google valuta la velocità della pagina ( un fattore di ranking noto ). Farlo utilizzando l’URL demo di un tema (prima dell’acquisto) in quanto ti darà un’immagine accurata del tipo di prestazioni che puoi aspettarti se scegli di utilizzare questo tema per il tuo tema WooCommerce.

2. Prova il tema utilizzando lo strumento di test ottimizzato per dispositivi mobili di Google

Strumento di test di Google Mobile Friendly
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Lo strumento sopra è utile in quanto indicherà se Google visualizza o meno il sito Web / tema che stai testando per essere ottimizzato per i dispositivi mobili o se alcuni elementi cliccabili sono troppo vicini, troppo piccoli e così via.

Oltre a questo, consigliamo anche di provare manualmente il tema su un dispositivo mobile per vedere se è completamente funzionante per gli utenti reali, poiché a volte i test possono essere fuorvianti.

3. Assicurati che il tema non stia aggiungendo markup dello schema non valido utilizzando il test dei risultati multimediali di Google

Strumento di test dei risultati multimediali di Google
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Alcuni temi WooCommerce apparentemente SEO-friendly si prendono la libertà di aggiungere direttamente il markup dei dati strutturati (Schema) ai file del tema. Questo può essere problematico e spesso si traduce in seri problemi in quanto non aderiscono più alle ultime linee guida di Google semplicemente perché i temi in genere non vengono aggiornati con la stessa frequenza dei plug-in, motivo per cui consigliamo vivamente di utilizzare il plug-in Rank Math WordPress SEO.

Una volta presa la decisione finale su quale tema è meglio per te, in base al design, alle prestazioni e ad altri fattori che stai prendendo in considerazione, fai riferimento a questa guida all’ottimizzazione della velocità di WordPress per ottimizzare correttamente il resto del tuo sito web (ti consigliamo apportando queste modifiche in un’area di staging prima di applicarle al sito di produzione).

8. Determina la struttura del tuo sito.

Un sito web ben organizzato è importante per fornire un’esperienza intuitiva ai visitatori. E questo conta di più per i siti di eCommerce. Vuoi che sia il più semplice possibile per i visitatori trovare i prodotti che preferiscono, poiché questo è il primo passo per acquistarli. Lo sviluppo di una buona gerarchia del sito aiuta anche con l’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO), che aumenta la probabilità che le persone trovino il tuo sito Web su Google quando cercano ciò che vendi. 

Definendo la struttura del tuo sito sin dal primo giorno, puoi mantenerlo semplice e diretto. Individua le principali categorie e sottocategorie (se necessario) in cui suddividere i tuoi prodotti.

Decidi quali pagine e categorie sono le più importanti e dovrebbero essere evidenziate nel menu principale. Per un sito di e-commerce, ciò può includere la tua home page, la pagina Informazioni, le principali categorie di prodotti e possibilmente un blog o una categoria di risorse per i contenuti che crei. 

9. Crea le tue pagine principali. 

Il tema scelto fornirà un aspetto di base per le tue pagine che puoi personalizzare per il tuo marchio. Due delle pagine più importanti da creare per il tuo sito eCommerce sono Home e Informazioni. 

La tua home page dovrebbe comunicare rapidamente ai visitatori qual è il tuo marchio e i tipi di prodotti che vendi. Questo è un buon posto per mettere il tuo UVP, insieme a immagini di alta qualità che comunicano qualcosa sul tuo marchio. Può anche essere utilizzato per promuovere i tuoi migliori prodotti ed evidenziare eventuali promozioni in corso. 

La pagina Informazioni è la tua occasione per umanizzare il marchio. Puoi condividere informazioni sulle persone dietro il marchio e sul perché fai quello che fai. Ti offre un modo per entrare in contatto con i clienti, il che li rende più propensi a tornare e continuare a comprare da te. 

Suggerimento: ottimizza entrambe le pagine per il SEO . Presta particolare attenzione alla tua Home page, poiché è la più importante da classificare.

10. Crea il tuo negozio.

I passaggi specifici da eseguire qui dipenderanno dal software di e-commerce che hai scelto. Per coloro che utilizzano WooCommerce, la procedura guidata del plug-in ti guida passo dopo passo nel processo di installazione. 

woocommerce plugin wizard

Fornisci semplicemente le informazioni richieste in ogni pagina del processo di configurazione. Ciò includerà:

  • Scegli il tuo metodo di pagamento preferito . Le opzioni principali sono PayPal e Stripe.
  • Fornire i dettagli di spedizione . Puoi scegliere tra offrire la spedizione gratuita o addebitare una tariffa fissa all’interno dell’app WooCommerce. Se desideri addebitare il prezzo pieno per la spedizione, è necessaria un’estensione aggiuntiva.

In questa fase avrai anche la possibilità di collegare facilmente il tuo WooCommerce con alcune integrazioni consigliate, tra cui un’app per il calcolo automatico delle tasse, MailChimp (per l’email marketing), Facebook e Jetpack. 

11. Aggiungi le pagine dei tuoi prodotti. 

Ogni pagina del prodotto sul tuo sito web ha un lavoro importante da svolgere: è dove i tuoi clienti decidono se fare clic o meno sul pulsante “Acquista” (o più probabilmente, su “Aggiungi al carrello”.

All’interno di WooCommerce, non appena finisci di configurare il tuo negozio, il plugin suggerisce di creare pagine di prodotto come passaggio successivo. Se le informazioni sul prodotto sono già salvate in un file csv, è possibile importarle. Altrimenti, fai clic sul pulsante rosa “Crea un prodotto”.

woocommerce importa informazioni sul prodotto

Questo ti porterà al backend della pagina del tuo prodotto, dove troverai i campi per:

  • Aggiunta del nome del prodotto
  • Caricamento di immagini (il pulsante “Aggiungi media”)
  • Compila il testo della pagina
  • Informazioni sui prezzi
  • Numero SKU
  • Stato delle scorte
  • Dettagli di spedizione (peso e dimensioni)

Se hai già familiarità con WordPress, la pagina per creare un prodotto sarà simile a quella che usi per creare una nuova pagina o un post sul blog, con una sezione aggiunta verso il basso per i dettagli specifici del prodotto. 

aggiungi una nuova pagina prodotto in wordpress woocommerce
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021
compilare le informazioni sul prodotto per woocommerce

Compila tutte le informazioni rilevanti per ogni prodotto.

Suggerimenti per professionisti:

  • Ottimizza per SEO : individua la migliore parola chiave per ogni prodotto e ottimizza la pagina per classificarla per quella parola chiave. 
  • Scrivi descrizioni dei prodotti incentrate sul cliente : scopri cosa interessa ai tuoi clienti leggendo le recensioni di prodotti simili. 
  • Aggiungi immagini di alta qualità : nell’e-commerce, le persone non possono vedere e toccare gli oggetti di persona prima dell’acquisto, quindi una foto è la cosa migliore. Includere sempre almeno un’immagine di alta qualità per ogni prodotto. Più “è meglio.

Copri le tue basi.

Come nuovo imprenditore, è facile entusiasmarsi e trascurare alcuni degli aspetti più legali della gestione di un’impresa. Non farlo! Aggiungi la formulazione corretta per una pagina dei Termini di servizio sul tuo sito Web, nonché un’informativa sulla privacy.

Lavora anche su una politica di spedizione e restituzione da aggiungere al sito, in modo che i tuoi clienti sappiano cosa aspettarsi ogni volta che vogliono restituire un articolo. (Se vendi direttamente e non in Affiliazione)

E investi assolutamente negli strumenti adeguati per mantenere sicuro il tuo sito web. Ottieni un certificato SSL (sono gratuiti con molti piani di hosting). Acquista un software di sicurezza, come SiteScanner , che aggiunge un ulteriore livello di protezione. E assicurati che l’opzione di elaborazione dei pagamenti che scegli offra una protezione di prim’ordine. 

Qualsiasi sito Web che accetta dati sensibili dai clienti come le informazioni della carta di credito è un potenziale obiettivo per gli hacker. Fai quello che puoi per proteggere la tua attività e i clienti che si fidano di te. 

13. Configurazione di Google Analytics.

Gestire un’attività di eCommerce è un’esperienza di apprendimento continuo. Ogni nuovo visitatore e acquisto ti dice qualcosa su ciò che funziona. Per imparare e migliorare man mano che procedi, devi accedere a una ricca analisi. Fortunatamente, Google Analytics è completamente gratuito e fornisce dati completi su come le persone interagiscono con il tuo sito web. 

Aggiungere Google Analytics a un sito WordPress è semplice. Imposta semplicemente il tuo account Google Analytics per ottenere il codice di monitoraggio, installa un plug-in di Google Analytics come MonsterInsights e effettua la connessione. 

Fase 3: lancio!

Le prime due fasi richiedono molto lavoro, ma sei solo all’inizio. Gestire un sito Web di e-commerce WordPress può essere redditizio e gratificante, ma solo se sei pronto a dedicare tempo e impegno. 

Una volta pubblicato il tuo negozio di e-commerce sul Web, renderlo efficace significa impegnarsi in un elenco completamente nuovo di passaggi. 

Suggerimenti per professionisti:

Rimani aggiornato sugli aggiornamenti di WordPress: sia WordPress stesso che la maggior parte dei suoi plugin rilasciano nuove versioni ogni tanto. Questi di solito forniscono aggiornamenti di sicurezza, oltre a nuove funzionalità. Prendi l’abitudine di aggiornare ogni volta che è disponibile una nuova versione per proteggere il tuo sito web.

Esegui il test dei prezzi : i prezzi sono una delle parti più difficili da ottenere in una nuova attività di e-commerce. Ma ci sono alcune diverse strategie di test che puoi provare per vedere quale livello di prezzo produce il maggior profitto.( se vendi in affiliazione i prezzi sono determinati dai siti di riferimento)

Individua le migliori opzioni di spedizione: nell’era di Amazon, è importante anche trovare la giusta strategia di spedizione. Se i tuoi costi di spedizione sembrano troppo alti per i clienti, può portare all’abbandono del carrello. Prova diverse opzioni di spedizione per trovare la giusta combinazione di convenienza e velocità che mantenga i clienti a fare acquisti, ma lasci comunque margini di profitto.(se vendi in affiliazione questo aspetto è determinato dal sito di riferimento)

Crea un piano di marketing online : vendere online è competitivo Le persone troveranno il tuo sito web solo se fai marketing online. Metti insieme una strategia utilizzando tattiche come SEO, PPC (pay per click), social media e content marketing per assicurarti che il tuo sito web raggiunga le persone giuste.

Fornisci assistenza ai clienti: la vendita non è la fine del tuo lavoro: vuoi che il cliente continui a tornare. Rendi più facile per i clienti mettersi in contatto quando hanno domande o problemi e mantieniti a uno standard elevato per l’assistenza clienti. La connessione è la miglior strategia di Marketing, pensaci quante volte sei tornato in un negozio solo perchè il personale è stato gentile, educato, professionale?

Usa le tue analisi per migliorare: un grande vantaggio dell’e-commerce è che è facile tenere traccia delle cose online. Controlla regolarmente Google Analytics, insieme all’analisi di tutti gli strumenti di marketing che utilizzi. Usa le informazioni che forniscono per migliorare il design del tuo sito web e perfezionare la tua strategia di marketing.

6. Avvio del negozio e vendita di prodotti

Se hai fatto tutto quanto sopra, congratulazioni, sei quasi pronto per avviare il tuo negozio. Tuttavia, è importante non avviare il tuo negozio prima che sia completamente a posto. Dopotutto, hai solo una possibilità per fare una prima impressione.

Dedica un po ‘di tempo a ricontrollare ogni pagina del tuo sito per errori di battitura, collegamenti interrotti o altre cose che non funzionano. Ti consigliamo anche di eseguire alcuni acquisti di esempio per assicurarti che il processo di pagamento funzioni senza intoppi.

Ora che hai imparato a creare un sito Web per vendere prodotti , è ora di avviare il tuo negozio e iniziare a vendere!

Marketing del tuo sito eCommerce

Internet è vasto e hai molta concorrenza. Se non fai uno sforzo per portare il tuo sito web di fronte alle persone, è improbabile che ti trovino, tanto meno che possano comprare da te. Per avere successo, devi investire nel marketing del tuo negozio eCommerce. 

1. Content Marketing

Il content marketing è una tattica di marketing preziosa per rafforzare l’autorità di ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO) del tuo sito web, attirare traffico più pertinente sul tuo sito e creare fiducia con il tuo pubblico di destinazione. Il content marketing richiede un notevole investimento in tempo e denaro, ma è un buon modo per aumentare l’influenza online della tua attività.

Il content marketing è nato in parte perché contenuti freschi e di alta qualità su un sito Web sono utili per la SEO, ma è diventata una forma di marketing online molto più ampia e versatile. L’obiettivo del content marketing è creare una relazione continua con clienti e lead fornendo contenuti di valore costantemente.

Il content marketing funziona al meglio quando hai una strategia chiara per aiutarti a raggiungere il tuo pubblico di destinazione con le informazioni di cui sai di aver bisogno in un formato che a loro piace al momento è più utile per loro.

Il content marketing può assumere diverse forme:

Post del blog: un blog è solitamente il punto di partenza per il content marketing. Pubblicare regolarmente post di blog di alto valore su argomenti importanti per il tuo pubblico è un ottimo modo per aumentare il tuo profilo e dimostrare la tua affidabilità. 

Contenuti longform: i contenuti longform come guide approfondite o ebook possono essere pubblicati sul tuo sito web come un modo per sviluppare la SEO o posizionarti dietro un modulo come tattica di lead generation. Se crei qualcosa di abbastanza prezioso che il tuo pubblico è disposto a darti il ​​suo indirizzo mail in cambio, è un buon modo per creare la tua lista di posta elettronica e identificare potenziali clienti.  

Video: nell’era di YouTube, i contenuti video sono uno dei modi principali con cui molti consumatori desiderano ottenere le proprie informazioni. Puoi creare video tutorial o video educativi su argomenti di interesse per il tuo pubblico. 

Il video è una parte importante del modo in cui le persone consumano le informazioni online. In media, le persone inviano 6,8 ore ogni giorno a guardare video online e quel numero è in crescita di anno in anno. 

Per le aziende, il video è essenziale. Il 54% dei consumatori ha affermato che è il formato preferito per i contenuti del marchio, rendendolo la scelta migliore, battendo email, social e blog. 

il contenuto video è la forma preferita di contenuto del marchio
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Ciò significa che se vuoi raggiungere le persone online, il video è un buon modo per farlo. Ma come con qualsiasi tipo di contenuto che pubblichi sul Web, dovresti aspettarti di avere molta concorrenza. Ogni minuto vengono aggiunte più di 400 ore di video su YouTube. 

Chiunque speri di diffondere il proprio messaggio utilizzando il video deve capire come superare il resto della concorrenza per raggiungere le persone giuste

Il video SEO non si tratta di fare una o due cose. Coinvolge un’intera strategia. Mentre l’adozione di misure per ottimizzare ogni singolo video che crei ne fa parte, assicurarti di realizzare i video giusti e costruire un canale che guadagni autorità è altrettanto importante. 

1. Effettua una ricerca per parole chiave per i tuoi video.

Probabilmente stai già facendo ricerche per parole chiave per la tua strategia SEO complessiva e potresti pensare che puoi semplicemente applicare quella ricerca anche alla tua strategia video. Mi dispiace, non è così facile. Le parole chiave che ottengono molta trazione su Google sono diverse da quelle più popolari su YouTube.

E la maggior parte delle ricerche su Google non produce risultati con il video, a meno che il ricercatore non faccia clic sull’opzione video nel menu.

scheda video nei risultati di ricerca di Google

L’algoritmo di Google tiene traccia dei dati sul tipo di risultati su cui le persone fanno clic quando eseguono diversi tipi di ricerche. Se non mostrano il video sulla prima pagina della pagina dei risultati del motore di ricerca (SERP) per una parola chiave, significa che le persone che cercano quel termine di solito non sono interessate a guardare un video per le loro risposte. 

La ricerca di parole chiave video si concentra sull’apprendimento di ciò che le persone stanno cercando su YouTube e quali parole chiave producono risultati video su Google. All’interno di YouTube, puoi ottenere molti suggerimenti utili per le parole chiave prestando attenzione alla loro funzione di compilazione automatica. Inizi a digitare una frase pertinente alla tua attività e vedi cosa suggerisce YouTube.

eCommerce di successo la Guida definitiva 2021
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Per scoprire quali parole chiave producono risultati video, fai una ricerca SERP. Digita semplicemente le tue parole chiave principali nella barra di ricerca e guarda cosa appare nella SERP. Se i video vengono visualizzati nella prima pagina, questa è una parola chiave forte per la SEO video.

cerca parole chiave in Google per trovare parole chiave seo video

Entrambe queste tattiche per la ricerca di parole chiave video possono richiedere molto tempo, quindi puoi accelerare un po ‘il processo con gli strumenti SEO. Alcuni strumenti SEO generali forniranno un’analisi di come appaiono le SERP per diverse parole chiave, in modo da poter apprendere più facilmente quando una parola chiave produce cose come risultati video o una casella di risposta. E abbiamo strumenti di ricerca per parole chiave che si concentrano specificamente sulle parole chiave di YouTube, come VidIQ e YTCockpit.  

2. Ricerca la concorrenza.

Dopo aver identificato un elenco di parole chiave su cui vale la pena concentrarsi, inizia a fare ricerche sulla concorrenza. Identifica ora chi è in classifica sia su YouTube che su Google per quelle parole chiave. Guarda i loro video. Presta attenzione ai titoli, alle descrizioni e ai tag che usano. E visita i loro canali.

Prendi appunti su ciò che impari, in modo da poter individuare meglio le tendenze in ciò che hanno in comune i video e i canali vincenti. Queste intuizioni ti aiuteranno a capire come competere efficacemente nel tuo spazio. 

3. Creare una strategia di marketing SEO video.

Usa ciò che hai imparato nei primi due passaggi per creare un piano che copra:

  • Quale sarà il marchio del tuo canale YouTube
  • Quali argomenti trattare nei tuoi video
  • Quanto dovrebbe durare ciascuno dei tuoi video
  • Quante volte ne rilascerai uno nuovo e con quale cadenza
  • Come promuoverai i tuoi video

Il tuo piano cambierà e si evolverà man mano che raccogli più dati su ciò che funziona per il tuo pubblico. Ma avere una chiara tabella di marcia ti aiuterà a ottenere la trazione iniziale necessaria per raccogliere quei dati per cominciare. 

4. Ottimizza il tuo canale YouTube per la SEO.

Idealmente, non vuoi solo che le persone guardino uno dei tuoi video e vadano avanti. Vuoi che facciano clic per vedere di più dopo il primo. O ancora meglio, fai clic sul pulsante Iscriviti in modo che i tuoi nuovi video inizino a essere visualizzati nel loro feed principale. Quindi, prima di preoccuparti di ottimizzare ciascuno dei tuoi video, assicurati di aver creato una pagina canale efficace.

Aggiungi un’immagine di intestazione originale che sia visivamente accattivante e che dica qualcosa sul valore del tuo canale. Scrivi una descrizione del canale killer che spieghi alle persone perché dovrebbero iscriversi. Considera l’idea di creare un trailer per il tuo canale che spieghi alle persone di cosa si tratta e perché dovrebbero seguirlo. 

Avere un canale forte aggiungerà un po ‘di legittimità in più a ogni video che pubblichi e ti aiuterà a utilizzare i tuoi contenuti video per costruire una connessione più continua con il tuo pubblico. 

5. Includere la parola chiave di destinazione nel titolo del video.

Fai attenzione a creare il miglior titolo video possibile. Il tuo titolo deve svolgere più cose contemporaneamente:

  • Comunica chiaramente ai potenziali spettatori di cosa tratta il video
  • Convincili che vale la pena fare clic sul tuo video
  • Includi la tua parola chiave di destinazione

Se hai scelto buone parole chiave, questi tre obiettivi non saranno in opposizione. 

6. Includi la tua parola chiave di destinazione nel tuo script video.

Quando scrivi lo script per il tuo video, includi la tua parola chiave di destinazione da qualche parte al suo interno. Non sovraccaricarlo di parole chiave, ovviamente. E non cercare di calzarlo dove non si adatta. Ma se il tuo video riguarda veramente l’argomento rappresentato dalla parola chiave, includerlo non dovrebbe essere difficile da fare in modo naturale. 

Questo è importante perché YouTube può analizzare molto di ciò che viene detto in un video, il che influenzerà i video che decidono di includere nei risultati di una ricerca. È importante anche per il prossimo suggerimento. 

7. Includi una trascrizione per il tuo video di YouTube.

Includere una trascrizione del tuo video fa un paio di cose importanti contemporaneamente:

Assicura che ci sia testo che Google possa capire. Ciò rende la pagina su cui si trova il tuo video più forte in termini di SEO di Google, poiché i loro algoritmi hanno più informazioni per imparare di cosa tratta la pagina.

Offre al tuo pubblico un modo in più per consumare il contenuto. Ovviamente a molte persone piace guardare i video, ma alcune persone preferiscono leggere piuttosto che guardare. Con una trascrizione, dai alle persone una scelta. 

Rendi il tuo video più accessibile alle persone con disabilità. Puoi caricare un file di trascrizione su YouTube che viene utilizzato per fornire sottotitoli codificati sul video stesso. E un esperimento ha rilevato che i video con sottotitoli ottengono in media oltre il 7% di visualizzazioni in più.

Ulteriori informazioni sui vantaggi dell’aggiunta di sottotitoli codificati ai tuoi video.

E poiché hai incluso la tua parola chiave di destinazione nel tuo script video, la tua trascrizione la porta sulla pagina un paio di volte in più. 

Viviamo nell’età d’oro del video online, ma è anche l’era del film muto. Perché?

Molte persone guardano i video senza audio. Ciò significa che per ottenere il massimo impatto dal tuo marchio e dai video dei prodotti, devi aggiungere didascalie. 

I sottotitoli dei tuoi video possono generare più visualizzazioni , più conversioni e una migliore SEO. Ecco perché i sottotitoli sono importanti e quali strumenti puoi utilizzare per creare sottotitoli per i tuoi video.

I sottotitoli dei video sono importanti per le visualizzazioni e il coinvolgimento

Fino all’85% dei video che le persone guardano su Facebook sono disattivati . Questo perché molti di noi guardano video in spazi condivisi come uffici open space, sale d’attesa e trasporti pubblici, dove l’audio a tutto volume è scortese. 

L’approccio silenzioso funziona se ci sono didascalie. 

Tuttavia, Facebook ha scoperto che l’ aggiunta di didascalie ai video ha aumentato il tempo medio di visualizzazione dei video del 12% , il che significa un maggiore coinvolgimento con il tuo marchio e messaggio. 

I sottotitoli dei video sono importanti per il SEO, ma …

Per ottenere vantaggi SEO, è necessario utilizzare i sottotitoli . Ciò richiede la creazione di un file SRT che contenga i sottotitoli del video e il caricamento sui video dei social media. 

Il file SRT funziona come una trascrizione del tuo video che i robot dei motori di ricerca possono analizzare, il che aiuta a trovare il tuo video. I sottotitoli possono essere visualizzati in modo diverso su piattaforme diverse, a seconda del formato di visualizzazione del video.

I sottotitoli aperti , d’altra parte, sono incorporati nel video in modo che non siano visibili ai crawler dei motori di ricerca. Ma sembrano coerenti su tutte le piattaforme video perché, come le immagini e il suono, fanno parte del video stesso. 

Strumenti di sottotitoli video generati automaticamente in piattaforma da provare

Facebook e YouTube possono generare automaticamente i sottotitoli per i tuoi video, gli utenti dicono che la qualità non è uniforme. Potresti provarli per vedere se funzionano per te. Lo strumento di generazione automatica di Facebook è disponibile solo per i proprietari di pagine, quindi se desideri sottotitolare i video sul tuo profilo personale, dovrai caricare un file SRT sul tuo video o caricare un video che ha già sottotitoli aperti. 

Strumenti gratuiti che puoi utilizzare per sottotitolare i tuoi video per qualsiasi piattaforma

Se stai producendo video di marketing per il tuo sito web e più canali di social media, è più efficiente utilizzare app e strumenti che non sono legati a un’unica piattaforma. Crea un video, modifica un set di didascalie e sei pronto per condividere. Eccone alcuni da provare. 

1. AutoCap 

Piattaforma: Android

Tipo di didascalia: aperto

Lingue: inglese, francese, tedesco, ebraico, portoghese, spagnolo, turco 

Pro: interfaccia gratuita e facile da usare, opzioni di posizionamento di caratteri e didascalie. Ha riconosciuto il discorso in modo più accurato rispetto alla funzione voice-to-text del telefono.

Contro: come altri strumenti, AutoCap non trascrive perfettamente. Nel test, ha omesso un paio di frasi, che sono state digitate in un secondo momento.

È ora di caricare, analizzare, sottotitolare e salvare un video di 12 secondi: tre minuti.

aggiungi didascalie video con lo strumento autocap

AutoCap genera rapidamente didascalie aperte per i video sul telefono. L’ho provato sul mio telefono e ho scoperto che la semplice interfaccia semplifica la visualizzazione in anteprima dei sottotitoli generati da AutoCap, la modifica del testo e l’aggiunta di parole o frasi mancanti. Dovrai inserire note come [risate], [musica]

2. Clip Apple 

Piattaforma: iOS 11.1 e versioni successive

Tipo di didascalia:
Lingue aperte : inglese, catalano, cinese (Hong Kong), croato, ceco, danese, olandese, finlandese, francese, tedesco, greco, hindi, ungherese, indonesiano, italiano, giapponese, coreano, malese, norvegese, polacco, Portoghese, rumeno, russo, cinese semplificato, slovacco, spagnolo, svedese, tailandese, cinese tradizionale, turco, ucraino, vietnamita

Pro: gratuito. Lo strumento Titoli live di Clips genera sottotitoli in tempo reale durante la registrazione, che puoi modificare prima di salvare il video. CNet ha definito la funzione “fantastica”. PC Magazine l’ha definito “veramente impressionante”.

Contro: disponibile solo per gli utenti iOS.

Come utente Android / PC, non potevo provare gli strumenti Live Titles di Apple Clips per me stesso. In base al numero di recensioni positive da parte degli utenti Apple, vale la pena provarlo se si riprendono i video su dispositivi iOS.

3. Kapwing

Piattaforma: browser web su desktop e mobile

Tipo di didascalia: aperto (generato automaticamente) o chiuso (file SRT caricato dall’utente)

Lingue: i sottotitoli di Kapwing supportano dozzine di lingue e diversi set di caratteri.

Pro: più opzioni di lingua rispetto a Apple Clips e AutoCap. Altre opzioni per i sottotitoli. Eccellente riconoscimento da voce a testo e l’app ti consente di modificare i sottotitoli generati automaticamente durante la riproduzione del video nell’editor, in modo da poter correggere gli errori mentre li senti.

Contro: più lento nell’elaborazione dei video rispetto ad AutoCap. 

È ora di caricare, analizzare, aprire didascalie e salvare un video di 12 secondi: sei minuti.

aggiungi didascalie video con kapwing

Kapwing è una suite di strumenti AV basata su browser che, tra le altre cose, ti consente di caricare video in modo da poter aggiungere didascalie a mano, utilizzare lo strumento di generazione automatica o caricare un file SRT (sul sito desktop) con i tuoi sottotitoli. Una volta elaborato il video, puoi rimuovere la filigrana Kapwing accedendo con il tuo account Google o Facebook.

4. Closed Caption Creator

Piattaforma: browser web su desktop e mobile

Tipo di didascalia: aperto o chiuso 

Lingue: inglese e altre lingue dell’alfabeto latino; altre opzioni poco chiare.

Pro: gratuito. Questo è un modo semplice per generare file per sottotitoli aperti e chiusi senza formattare personalmente il contenuto del file.

Contro: non puoi esportare video con sottotitoli, solo file di sottotitoli.

Tempo per caricare, analizzare, sottotitolare e salvare un file di sottotitoli video di 12 secondi: tre minuti e mezzo.

Questo strumento gratuito ti consente di caricare il tuo video e digitare i sottotitoli per creare SRT e altri tipi di file di sottotitoli. Ci sono anche strumenti per formattare le didascalie e regolarne i tempi. 

Dopo aver salvato un progetto, puoi esportare e scaricare i sottotitoli come file SRT. Quindi puoi caricare il tuo file SRT sui video che carichi su Facebook, Twitter, YouTube e altre piattaforme. 

aggiungi sottotitoli video con il creatore di sottotitoli

C’è una curva di apprendimento per aggiungere didascalie ai tuoi video, ma non è ripida. E il premio è ottenere un maggiore coinvolgimento del pubblico con i tuoi video, anche con l’audio disattivato.

8. Scrivi una descrizione del video efficace e includi le parole chiave del tuo video.

Compila sempre la sezione della descrizione per i tuoi video. Ti offre un’ulteriore opportunità per convincere i visitatori che vale la pena guardare il tuo video e ti offre un altro spazio per incoraggiare le persone a iscriversi al tuo canale. 

La descrizione del tuo video è uno dei posti migliori in cui puoi fornire a YouTube informazioni sull’argomento del tuo video. Usa almeno 200 parole per descrivere il tuo video. E, naturalmente, usa questa come un’altra opportunità per inserire la tua parola chiave (naturalmente). 

8a Aggiungi tag ai tuoi video di YouTube.

YouTube ti consente anche di aggiungere tag al tuo video. Probabilmente non sono un segnale di classificazione così forte come le altre parti della pagina che abbiamo già trattato, ma non fa mai male fare un buon uso di questa sezione. Usa la tua parola chiave principale come tag, insieme a tutte le parole chiave secondarie del tuo elenco che sono pertinenti. 

Se non sei sicuro di cosa inserire qui, torna agli appunti che hai preso durante l’analisi dei video dei tuoi concorrenti per avere qualche idea. 

9. Selezionare la migliore opzione di anteprima.

Sebbene tutto questo testo sia utile per la SEO, uno dei modi principali in cui YouTube e Google decideranno se il tuo video è una risorsa utile per gli argomenti trattati è se le persone lo guardano effettivamente. Scegliere una buona miniatura per il tuo video non influirà direttamente sul tuo SEO, ma è importante per convincere le persone a fare clic sul tuo video. 

Il video è un mezzo visivo, quindi vuoi che la prima immagine che le persone vedono sia abbastanza avvincente da indurli a fare clic per vedere di più. Non accontentarti solo dell’immagine predefinita che YouTube acquisisce, dedica un minuto a capire la schermata migliore da catturare per la tua miniatura e personalizzala. 

10. Promuovi i tuoi video e il tuo canale YouTube.

Come per la SEO del sito web, alcuni dei segnali di ranking che determinano se i tuoi video vengono visualizzati hanno a che fare con la comunicazione a YouTube e Google di cosa tratta il tuo video. Ma altri hanno più a che fare con il tentativo di valutare la qualità del video: ai due motori di ricerca interessa se le persone vedono o meno qualcosa che gli piace quando fanno clic.

Ciò significa che metriche come quante persone si iscrivono al tuo canale, visualizzano il tuo video e per quanto tempo visualizzano il video hanno un ruolo da svolgere nel determinare se i tuoi video vengono visualizzati o meno nella ricerca. Per iniziare a ottenere il tipo di metriche impressionanti che dimostrano a YouTube e Google che i tuoi video sono fantastici, le persone devono guardare i tuoi video per cominciare.

Quindi, una volta creato il tuo canale e iniziato a pubblicare i tuoi primi video, promuovili attivamente. Inviali alla tua mailing list e condividili sui social media. Incorporali sul tuo sito Web WordPress e nei post del blog correlati.

Considera se vale la pena promuovere il tuo canale tramite una campagna pubblicitaria a pagamento per dargli una spinta iniziale. I tuoi primi spettatori ti aiuteranno a ottenere le metriche che segnalano la qualità ai motori di ricerca. E se a loro piacciono i video, è probabile che li condividano e li aiutino a promuoverli. 

11. Analizza le tue metriche di YouTube.

Con ogni nuova tattica di marketing che proverai, probabilmente sbaglierai qualcosa. Anche i migliori creatori di contenuti e professionisti del marketing non possono prevedere completamente cosa piacerà e cosa non piacerà alle persone. Ma fortunatamente, i canali digitali sono dotati di analisi che ti dicono cosa funziona e cosa no.

Presta attenzione alle tue metriche su YouTube per scoprire cosa piace al tuo pubblico. Quali argomenti ottengono il maggior numero di visualizzazioni? Quali video gli spettatori tendono ad abbandonare all’inizio e a che punto si fermano. Per quali persone danno il pollice in alto e il pollice in giù 

Ogni video che lanci ti aiuterà ad acquisire nuovi dati su ciò a cui il tuo pubblico è interessato. Mettilo in pratica rivedendo la tua strategia video nel tempo per creare meglio un canale che sia veramente utile per il tuo pubblico e che funzioni meglio nei motori di ricerca .

Perché la SEO per i video è importante

La creazione di ottimi video richiede un investimento significativo in tempo e denaro. Se nessuno trova mai i video che crei, nulla che spendi per realizzarli sarà ripagato. Se hai intenzione di lavorare per realizzare video, è altrettanto importante impegnarti anche per assicurarti che le persone siano in grado di trovarli. 

L’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) è per lo più associata al testo, poiché in gran parte si tratta di utilizzare la terminologia giusta per abbinare la lingua utilizzata dal tuo pubblico quando cerca informazioni. Ma la SEO video è una delle migliori tattiche per rendere i tuoi contenuti video più individuabili. 

Cos’è il video SEO?

Video SEO è la raccolta di passaggi e best practice che puoi utilizzare per aumentare le probabilità che il tuo video venga visualizzato nei motori di ricerca. Ma laddove la SEO si concentra tipicamente su un motore di ricerca principale, Google, nella SEO video, ne abbiamo un altro almeno altrettanto importante: YouTube. 

YouTube è il sito web più visitato al mondo. Quindi, anche se vuoi che i tuoi video vengano visualizzati su Google il più spesso possibile, YouTube dovrebbe avere un posto speciale nel modo in cui ti avvicini alla tua strategia SEO per i video.

La buona notizia è che ciò che è buono per YouTube SEO e ciò che è buono per Google SEO sono essenzialmente la stessa cosa. Google possiede YouTube e l’ 88% dei video nei primi 10 risultati su Google vengono estratti da YouTube.

SEO video: un canale in più per raggiungere il tuo pubblico

Ottimizzare i tuoi video per la SEO è importante per metterli di fronte a più persone. Ma è sempre importante ricordare che presentarsi nei motori di ricerca non è mai il punto centrale. Si tratta di connettersi con il tuo pubblico. 

Usare i video e promuovere ciò che crei tramite SEO sono solo un altro modo per stabilire quella connessione iniziale richiesta per fornire qualcosa di valore al tuo pubblico.

Ciò che è ancora più importante è ciò che accade dopo che fanno clic. Sforzati di creare video che guadagnino l’attenzione e il tempo che le persone dedicano loro e che miglioreranno il tuo SEO e ti aiuteranno a ottenere un pubblico più fedele che si preoccupa dei tuoi contenuti. 

Contenuto audio – Negli ultimi anni, i podcast sono diventati una parte importante del modo in cui le persone consumano le informazioni. Ma sono ancora ampiamente sottoutilizzati dai marchi. Considera se il tuo pubblico è il tipo che ascolta i podcast e se puoi fornire loro valore in un formato audio.

Contenuti visivi: formati di contenuti come infografiche e grafica di alta qualità possono essere un modo per integrare i tuoi contenuti scritti o fornire valore da soli. 

content marketing su instagram

Il content marketing non fornisce risultati immediati, ma se ti interessano strategie a lungo termine, è un buon modo per creare un pubblico di follower che si preoccupano del tuo marchio. E nel tempo, rafforzerà la tua visibilità nel tuo campo e nei motori di ricerca. 

Ecco alcune ottime risorse per costruire una strategia di content marketing da zero:

Come fare in modo che il marketing dei contenuti e-commerce funzioni per te

I 5 migliori suggerimenti per una strategia di marketing dei contenuti dei blog di successo

Il blogging è un ottimo modo per creare consapevolezza per un’azienda. Ma non puoi semplicemente avviare un blog e pubblicare articoli casuali sperando che aumenti le tue vendite. Hai bisogno di un piano adeguato per questo.

I rapporti mostrano che il blogging aiuta a generare il 67% di contatti in più per i professionisti del marketing B2B. Tuttavia, secondo Content Marketing Institute , solo l’86% delle aziende B2B e il 77% delle aziende B2C utilizzano attualmente i blog come parte della loro strategia di marketing.

Se stai avviando un nuovo blog, hai già molta concorrenza da battere. E il modo migliore per assicurarti che i tuoi sforzi durino nel tempo è iniziare con un piano ben eseguito.

È qui che entra in gioco la strategia di content marketing.

Perché creare una strategia di content marketing?

Una strategia di content marketing è semplicemente un piano che metti insieme per assicurarti di creare, pubblicare e promuovere contenuti che alla fine ti aiutano con la generazione di traffico sul sito web, la generazione di lead e per aumentare le vendite.

Questo processo è chiamato metodologia in entrata . Una strategia di marketing efficace che trasforma gli estranei in lead e poi in clienti.

Il content marketing è una parte importante della metodologia inbound. Il contenuto è ciò che porta i visitatori nel tuo blog e li converte in lead. Ovviamente, senza una strategia adeguata, tutti gli sforzi che dedichi alla creazione di post e video sul blog andranno sprecati.

Segui questi suggerimenti per creare una strategia di content marketing che porti risultati solidi.

Pianifica i tuoi contenuti in base a una persona acquirente

Il primo passo per impostare la tua strategia di content marketing dovrebbe essere la creazione di una buyer persona. La buyer persona è il profilo che descrive il tuo cliente ideale. Il suo obiettivo principale è capire quale tipo di clienti desideri indirizzare attraverso i tuoi contenuti.

Se non hai ancora un buyer persona, creane uno. Una volta che hai una buyer persona, puoi iniziare a pianificare i tuoi contenuti in base a quel profilo per attirare i tuoi clienti ideali.

Ad esempio, se il tuo cliente ideale è un’imprenditrice di 20 anni che ha in programma di avviare un’impresa, puoi creare post sul blog con suggerimenti per principianti per avviare un’attività e parlare anche dei problemi che le imprenditrici devono affrontare in questo campo.

La pianificazione in anticipo è la chiave. Dovresti pianificare almeno 3 mesi di contenuto per mantenere la coerenza e aggiungere un flusso al tuo programma di pubblicazione del blog.

2. Lavorare verso un obiettivo specifico

Lo scopo principale dell’utilizzo di una strategia di content marketing è raggiungere un obiettivo. Altrimenti, puoi pubblicare post casuali solo desiderando che le persone si iscrivano alla tua lista di posta elettronica o acquistino il tuo prodotto.

È importante definire un obiettivo specifico per la tua strategia di content marketing. Ma dovrebbe anche essere realistico.

Ad esempio, se hai generato 1.000 abbonati negli ultimi tre mesi dai tuoi sforzi sui contenuti, puoi impostare un obiettivo per i tuoi prossimi 3 mesi per generare il 20% di lead in più.

Si tratta di lavorare sempre verso un obiettivo migliore e aumentare i risultati della tua campagna di marketing.

3. Misura il ROI del tuo Content Marketing

Essere in grado di misurare il successo dei tuoi contenuti è probabilmente la parte più importante della tua strategia di content marketing. Tuttavia, è anche uno degli aspetti che la maggior parte dei blogger e degli esperti di marketing dimentica di sottintendere.

A differenza del marketing offline, il bello del marketing digitale è che ti consente di misurare facilmente il ritorno sull’investimento (ROI) delle tue campagne di marketing. E sì, puoi misurare anche il ROI del content marketing .

Assicurati solo di utilizzare le metriche giuste per misurare la tua strategia di content marketing. Ad esempio, la quantità di condivisioni ottenute dai post del tuo blog sui social media non è un modo efficace per misurare i tuoi contenuti. Invece, misura l’efficacia di un post sul blog nel convertire il traffico in lead.

4. Sperimenta con diversi tipi di contenuto

Esistono molti tipi di contenuti che puoi includere in una strategia di content marketing. Puoi creare video, post di blog, video SnapChat, podcast, eBook e altro ancora.

Diversi tipi di attività hanno successo in diversi tipi di contenuti. Ad esempio, una startup che si rivolge agli adolescenti troverà successo con i contenuti di Snapchat piuttosto che con i post del blog.

Quindi, invece di cercare di conquistarli tutti, sperimenta i tipi di contenuto per capire cosa ti porta i migliori risultati e investi nella creazione di più di quel tipo di contenuto.

Se i post del blog generano più lead per la tua attività, prova a creare diversi tipi di post del blog come guide pratiche, elenchi di controllo e casi di studio. Scopri quale tipo di post sul blog funziona meglio e creane altri.

5. Aggiorna e riutilizza i tuoi vecchi contenuti

Chiedi a qualsiasi blogger professionista o marketer e ti consiglierà sempre di creare contenuti “evergreen” per ottenere i migliori risultati dal tuo blog.

Questo è vero. Alcuni argomenti possono portarti più risultati a lungo termine rispetto ad altri. Tuttavia, anche questi post sempreverdi devono essere aggiornati di volta in volta.

Fai un’analisi del contenuto del tuo blog ogni 2-3 mesi e vedi quali post del blog generano risultati inferiori. Quindi rinnova questi post del blog migliorandone la qualità e ottimizzandoli per parole chiave migliori.

Ahrefs è riuscito ad aumentare le visualizzazioni di pagina del 468% semplicemente aggiornando uno dei vecchi post del blog. Se eseguita correttamente, questa strategia può portarti risultati sorprendenti.

Inoltre, non fermarti dopo aver premuto pubblica sui post del tuo blog. Puoi riutilizzare i post del tuo blog per creare più contenuti da essi.

Ad esempio, puoi creare uno Slideshare utilizzando i punti elenco nel tuo post sul blog. Copia e incolla il tuo post sul blog in un post medio o in un post LinkedIn. Crea un breve video. Oppure trasforma il tuo post sul blog in un ebook PDF.

Ci sono tanti modi in cui puoi provare a ottenere il massimo dai tuoi contenuti.

Sebbene questi suggerimenti possano aiutarti a creare una strategia di content marketing, ricorda che il successo dei tuoi sforzi dipenderà dalla qualità e dalla coerenza dei contenuti che crei.

Anche se i risultati stanno arrivando lentamente, continua a sviluppare ottimi contenuti e rispetta il tuo piano di contenuti. Alla fine, fornirà il miglior ROI che puoi ricevere da qualsiasi strategia di marketing.

Social Media Marketing

I social media possono essere un ottimo modo per aumentare la consapevolezza del marchio mentre reindirizzano il traffico al tuo sito di e-commerce. Per le attività di e-commerce, alcuni dei migliori canali per aumentare il tuo pubblico e promuovere i tuoi prodotti sono Instagram, Twitter, Facebook e Pinterest.

Instagram e Pinterest sono piattaforme basate sulle immagini, quindi si allineano bene con i prodotti di vendita. Instagram ti darà un modo per mostrare il tuo prodotto e dimostrare come è comunemente usato. E Pinterest ti dà l’opportunità di creare e condividere contenuti correlati alla tua nicchia e indirizzare il traffico mirato al tuo sito.  

risultati di pinterest
eCommerce di successo la Guida definitiva 2021

Twitter e Facebook sono migliori per far crescere la tua comunità e promuovere i tuoi contenuti. Puoi usarli per entrare nella community che parla del tuo settore, entrare in contatto con influencer e raggiungere direttamente il tuo pubblico. Puoi anche ottenere molto da strumenti di creazione di comunità come gruppi di Facebook e chat di Twitter. 

Inoltre, puoi monitorare i canali social per rimanere aggiornato su ciò che le persone dicono sui tuoi prodotti. I tweet negativi sono utili per imparare a migliorare i tuoi prodotti. E quelli positivi sono una potente prova sociale. 

Influencer Marketing

L’influencer marketing è stato utilizzato per creare negozi di eCommerce di grande successo. È il processo per raggiungere gli influencer (il più delle volte sui canali di social media come Instagram) e far loro promuovere il tuo marchio e i tuoi prodotti al loro pubblico.

Hai la possibilità di fare shoutout a pagamento, ma potresti anche essere in grado di trovare account che ti menzioneranno gratuitamente in cambio del tuo prodotto. L’influencer marketing gioca sull’idea che queste persone hanno già costruito un seguito fedele, quindi il tuo prodotto guadagna visibilità e affidabilità per associazione. 

4. SEO

L’ottimizzazione dei motori di ricerca è la raccolta di tattiche che aumentano l’autorità del tuo sito web in base ai fattori valutati dagli algoritmi dei motori di ricerca. Se questa definizione suona un po ‘tecnica, significa semplicemente che la SEO è il modo in cui aumenti le tue possibilità di apparire sulla prima pagina di Google (e Bing e Yahoo, ma soprattutto Google).

La SEO consiste nel fare alcune cose principali:

  • Ricerca per parole chiave : tutta la SEO si basa sul targeting delle parole chiave specifiche per le quali desideri classificarti, quindi questo è un passo importante per iniziare. Usa gli strumenti SEO per scoprire quali termini il tuo pubblico cerca comunemente. 

E’ importante capire che un’efficace ricerca di parole chiave è il fondamento di qualsiasi strategia SEO per e-commerce. Tramite l’utilizzo di una serie di parole chiave opportunamente targhettizzate, è possibile entrare in contatto con un pubblico pertinente che ha maggiori probabilità di trasformare in conversione una visita.

La ricerca di parole chiave appropriate è fondamentale per ogni e-commerce in quanto aiuta ad offrire il prodotto giusto al pubblico giusto (e al momento giusto).

E’ importante scegliere le parole chiave per un ecommerce in base alle ricerche di prodotti effettive. Ad esempio, un negozio online che si occupa della vendita di abbigliamento maschile in pelle, potrà avere la necessità di posizionarsi sulle keywords “borsa in pelle per uomo” e sulle parole chiave ad esse correlate.

Per identificare parole chiave correlate ad un determinato prodotto in maniera piuttosto agevole, è possibile affidarsi a 3 strumenti online come Amazon, Keyword Tool Dominator e SEMRush.

Per quanto riguarda la prima opzione, essendo uno dei più grandi siti di e-commerce al mondo, possiamo dire che Amazon è una vera miniera d’oro per i cercatori di parole chiave correlate a determinati prodotti. Il motore di ricerca interno di Amazon, infatti, fornisce un elenco di parole chiave a coda lunga specifiche per un singolo prodotto; riprendendo l’esempio precedente, potremmo trovare tra le varianti più cercate stringhe del tipo “Borse di pelle nera per uomo” oppure “Borse tracolla di pelle per uomo”.

E’ sempre molto utile concentrarsi sulle parole chiave a coda lunga, in quanto queste ultime risultano meno competitive.

Il secondo tool citato in precedenza, Keyword Tool Dominator, è una sorta di “aggregatore” di parole chiave da alcuni dei marketplace più noti e utilizzati al mondo come Amazon, Ebay ed Etsy.

Quando si digita una parola chiave, Keyword Tool Dominator mostra dozzine di suggerimenti relativi keywords correlate all’interno di un’unica ricerca.

Infine, l’ultimo tool citato, ovvero SEMRush, funge da ottimo strumento di analisi per comprendere il livello di visibilità online di un determinato marchio.

Interessante la funzione di ricerca dei competitors che consente di individuare quali sono i prodotti che questi ultimi riescono a posizionare e in base a quali parole chiave specifiche.

Preparare un elenco di parole chiave

E’ importante iniziare le operazioni di miglioramento dell’aspetto SEO on page creando un elenco di parole chiave su cui classificare l’ecommerce.

Una volta finalizzate le parole chiave, è opportuno controllare le loro varianti e aggiungerle alla home, alle pagine delle categorie e alle pagine dei prodotti.

  • Ottimizzazione in loco : questo passaggio include la verifica che il tuo sito web funzioni a tutti i livelli tecnici importanti, come il caricamento rapido. Significa anche garantire che ogni pagina sia ottimizzata per la parola chiave scelta. 

L’ottimizzazione di un e-commerce non può escludere il suo design e la relativa User Experience, perchè solo un sito personalizzato e studiato nei dettagli sarà in grado di coinvolgere gli acquirenti. Il design del sito di e-commerce, infatti, definisce l’esperienza di acquisto di un cliente, unitamente a velocità di risposta e chiarezza delle informazioni. Questo non significa che debba essere complesso e carico di informazioni, anzi: il lavoro da fare è proprio l’inverso.

Renderlo semplice è più difficile ma più efficace: l’intera struttura deve essere pensata per semplificare il più possibile la navigazione, deve essere accessibile da una pagina a un’altra con soli due click e non devono esserci margini di incomprensioni. Il percorso di acquisto parte da qui, dalla linearità del processo “Ricerca prodotto” – “Aggiungi al carrello” – “Ordina” – “Paga”. Tutto quello che ostacola questo percorso allontana i clienti, da un bottone mancante a un testo formattato male.

Ecco 3 preziosi consigli:

1. Migliora la Homepage: deve essere una vetrina esaustiva di tutto ciò che di più interessante ha da offrire in tuo e-commerce, quindi deve contenere la maggior parte dei link collegati alle pagine interne come fosse una mappa;

2. Studia i collegamenti tra i prodotti: devi fare in modo di creare tante occasioni di acquisto e queste le realizzi sono se all’utente proponi in modo costante ma logico prodotti correlati per aumentare il valore degli acquisti. Assicurati di includere per ogni prodotto una serie di “prodotti correlati” coerenti con quello di partenza;

3. Spingi verso il mobile: sempre più acquirenti acquistano online dai loro smartphone, quindi devi assicurarti che tutti gli utenti che utilizzano un dispositivo mobile abbiano la stessa esperienza di acquisto di un utente che acquista tramite un desktop ed anzi sia ancora meglio. Basti pensare che un sito web che carica su mobile velocemente, ottiene il 20% di conversione in più.

User Experience di un ecommerce

Acquistare deve essere un’esperienza piacevole e memorabile. Per questo motivo devi fare in modo di ottimizzare il più possibile la User Experience dei tuoi utenti. Sono tanti gli elementi che contribuiscono a migliorare questa esperienza e hanno a che fare con design, prestazioni, contenuti e navigazione. Come puoi intervenire per migliorarla?

  • Offrendo una navigazione chiara tramite una sitemap divisa per categorie e sottocategorie con una logica (non troppe e nemmeno troppo poche)
  • Inserendo collegamenti laddove concettualmente il tuo utente potrebbe essere interessato a fare un salto di navigazione (prodotti correlati, approfondimenti di un concetto accennato etc)
  • Usando immagini professionali che mostrino con chiarezza tutte le caratteristiche dei tuoi prodotti, su sfondo bianco ma anche ambientate per contestualizzarne l’utilizzo, unite a tutte quelle informazioni in più che possono aiutare gli utenti a capire se si tratta proprio di quei prodotti che cercavano (taglia, dimensioni, varianti etc)
  • Eliminando tutto ciò che è superfluo e che pone il rischio di complicare la navigazione degli utenti
  • Investendo sul server e l’ottimizzazione tecnica per migliorare la velocità di caricamento, che rappresenta il primo motivo di abbandono di uno store online, perchè le persone hanno sempre meno tempo da sprecare (e poca pazienza)
  • Dando informazioni chiare su pagamenti, spedizioni, consegne e caratteristiche dei prodotti

In pratica accertati che:

  • l’interfaccia grafica sia intuitiva e dal design accattivante
  • i contenuti siano curati nei dettagli
  • agli utenti siano garantiti velocità e semplicità per completare un acquisto

Un’esperienza sgradevole indurrà il visitatore a lasciare l’e-commerce e non solo: porterà con sé un’impressione negativa del brand. Ecco perchè la UX deve avere la massima priorità in una strategia di marketing per ecommerce.

Migliorare la velocità di caricamento delle pagine

Google indica che la velocità di caricamento di un sito web è uno dei parametri utilizzati dal suo algoritmo per classificare le pagine. Ciò significa che una buona velocità di caricamento è un fattore determinante per il posizionamento ottimale di un sito di ecommerce nella classifica di Google.

E’ possibile utilizzare lo strumento di test di velocità messo a disposizione da Google all’indirizzo https://www.thinkwithgoogle.com/intl/it-it/feature/testmysite/ per verificare la velocità di caricamento delle pagine del proprio sito e, nel caso di un loading particolarmente lento, approntare le dovute modifiche.

  • Scrivere descrizioni accurate dei prodotti e-commerce

Non ci sono regole stabilite per scrivere descrizioni efficaci dei prodotti di un ecommerce per i motori di ricerca. Tuttavia, è necessario ricordare i seguenti punti chiave per la migliore strategia SEO ecommerce prima di iniziare qualsiasi promozione.

E’ possibile utilizzare parole chiave “calamita” come “SCONTO DEL 25%” nel meta title del prodotto per aumentare la percentuale di clic (CTR); è anche possibile aggiungere termini come “Acquista” o “Offerte” per ottenere più traffico.

Per una buona resa a livello di SEO, è sempre consigliabile mantenere le descrizioni dei prodotti tra le 300 e le 800 parole per i prodotti “standard” e oltre 1000 per i prodotti più venduti. Inoltre, è bene controllare di non aver usato la parola chiave principale più di 3 o 4 volte nelle descrizioni dei prodotti.

Migliorare i rich Snippet di Google

Uno dei metodi più in voga per far emergere il proprio ecommerce tra i tanti presenti nella SERP di Google, è quello di curare al massimo i Rich Snippet.

E’ possibile ottenere questi rich snippet implementando il markup Scheme nelle pagine prodotto. Si tratta di un codice univoco che fornisce una migliore comprensione del contenuto di una pagina.

Poiché l’impostazione manuale del markup Scheme non è una cosa così semplice, il consiglio è quello di utilizzare l’helper di markup dei dati strutturati di Google all’indirizzo https://www.google.com/webmasters/markup-helper/u/0/?hl=it .

  • Content marketing: il content marketing implica la creazione di molti ottimi contenuti che mantengono il tuo sito web fresco, utile e ti danno la possibilità di indirizzare più parole chiave. Per tutti questi motivi, aiuta con la SEO.
  • Link building – Gli algoritmi dei motori di ricerca vedono i link come una misura del valore che altre persone vedono il tuo sito web. In quanto tali, sono un importante fattore di ranking. Il link building implica incoraggiare altri siti web a ricollegarsi al tuo.

Puoi stare tranquillo tutto quanto esposto dal lato SEO puoi facilmente ricordartelo con l’uso di un plugin gratuito Rank Math SEO in quanto offre supporto integrato per WooCommerce SEO.

Ti rimando alla guida completa consigliandoti di seguirla per ottimizzare al meglio il tuo negozio online.

I 5 errori SEO più comuni negli ecommerce

User-generated content

Si tratta di quei testi generati dagli utenti, come le recensioni ad esempio. Alcuni siti di successo ne hanno fatto uno dei loro punti di forza, come Wikipedia o Amazon, ma spesso il contenuto generato dagli utenti è di scarsa qualità, duplicato (es: copia incolla da altre fonti o recensioni), oppure spam. A scanso di equivoci, I contenuti generati dagli utenti sulle proprie pagine prodotto sono un VALORE, ma richiedono la giusta integrazione nelle proprie pagine, moderazione, controllo di qualità da parte del webmaster. La chiave per il successo è il processo di acquisizione di tali contenuti: in Wikipedia è la moderazione, in Amazon è la possibilità di ordinare le recensioni per le più utili. Il tuo quale sarà?

Pagine non ottimizzate

Spesso le pagine di un e-commerce non sono ottimizzate. A volte per limiti del CMS, che non permette l’edit di determinati metadati o porzioni di testo, un po’ perché la comunicazione del sito, che deve essere sia informativa che emozionale, è sbilanciata a favore di quest’ultima. La keyword research è un processo importantissimo, che dovrebbe essere fatto a cadenza regolare in ogni sito web, in particolare per un ecommerce.

Linking interno (e navigazione) non strutturato ad hoc

Nella maggior parte dei casi si tende a trascurare l’importanza del linking interno come strategia di marketing e SEO, in realtà è molto importante, sia perché permette:

  • agli spider di visitare e indicizzare correttamente le pagine del sito
  • ai motori di ricavare l’esatta tassonomia dei propri contenuti
  • all’utente di approfondire la ricerca e trovare facilmente I prodotti che cerca

Contenuti duplicati

Generalmente l’errore più comune e più grave di un e-commerce. In maniera particolare questo problema si riscontra nei drop shipper, nei siti che caricano schede prodotto direttamente fornite dal produttore, ecommerce che oltre al proprio sito sfruttano canali diversi quali comparatori, amazon, ebay. Il problema principale è legato alla scheda informativa del prodotto, spesso duplicata o comunque non troppo differenziata rispetto all’originale.

Pagine di bassa qualità

Benché il concetto di bassa qualità, per Google, sia spesso non univoco (pagine con poco testo unico e/o pagine che non ricevono traffico e/o pagine con testo duplicato ecc.) e, diciamo “fluido” è un problema che, anche involontariamente, può affliggere qualsiasi ecommerce. Avere un numero eccessivo di questi contenuti influenza negativamente sulla frequenza di crawling da parte dello spider e problemi nell’assegnazione della giusta importanza alle pagine più rilevanti del sito. La conseguenza di ciò è uno scarso rendimento generale sul motore di ricerca.

Esistono numerosi parametri intrinsechi (qualità contenuti, pertinenza, ottimizzazione) ed estrinsechi (traffico, bounce rate, posizionamento su google, posizione nella gerarchia navigazionale del sito) per definire la qualità della singola pagina web, l’analisi è sicuramente complessa, ma può portare a sicuri miglioramenti delle performance generali del sito internet.

5. Marketing tramite posta elettronica

L’email marketing è probabilmente il modo migliore per trasformare le visite al sito web in relazioni. Ogni consumatore che opta per la tua mailing list ti sta dicendo che vuole avere tue notizie. È un invito a mantenere viva la relazione, il che è un grosso problema!

L’email marketing ti offre un buon modo per continuare a indirizzare il traffico verso il tuo sito promuovendo nuovi contenuti e condividendo annunci. E ti offre un pubblico fedele a cui promuovere offerte speciali. Per i negozi di ecommerce, acquisire nuovi clienti è decisamente importante. Ma convincere quei clienti a tornare ancora e ancora è il modo in cui costruisci davvero un business sostenibile.

Costruire il tuo sito eCommerce Considerazioni

La creazione di un’attività di e-commerce richiede ambizione, tempo, lavoro e un po ‘di capitale iniziale. Il passo più importante è decidere di iniziare. Non riuscirai a sistemare tutto al primo giro. Sii disposto a sperimentare, fallire e continuare ad andare avanti. Questa è la strada per un’imprenditorialità di successo.

Qual è stata la tua esperienza con l’eCommerce? Cosa manca?

Lasciami un’impressione nei commenti!

Conosci altri che potrebbero trovare utile questo contenuto?

Se è così, per favore Condividi!

Hey, ciao 👋 Piacere di conoscerti.

Costriuamo un Business a prova di recessione insieme!

Per lanciare e far crescere la tua attività di Blogging

Ebook gratuiti con oltre 160 pagine di contenuti gratuiti

A differenza di altri fenomeni del web che guadagnano vendendoti corsi su come guadagnare online io non ti prometto niente e, non ho nessun corso da venderti!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *